Roma, maltempo: 100 interventi dei vigili in poche ore. Blocco della Metro C

maltempo

Il maltempo è arrivato anche nella Capitale: dalle 17.30 di questo pomeriggio temporali e violenti acquazzoni si sono abbattuti nel quadrante sud-est della città, la zona compresa tra Casilina e Nomentana. Impiegate decine di squadre dei vigili del Fuoco e agenti della polizia locale: sono state centinaia le chiamate ai centralini che hanno segnalato cantine sommerse dall’acqua, garage e case allagate. E sono stati 60 gli interventi tra danni d’acqua, caduta alberi e caduta cornicioni. Altri 50 interventi sono in corso.

Gli automobilisti. Centinaia gli interventi, dunque, anche in soccorso di automobilisti in difficoltà. Tra questi, 4 automobilisti sono rimasti intrappolati sotto il viadotto di via Bolognetta al Casilino. La polizia li ha salvati tirandoli fuori dalle automobili. Due agenti durante il soccorso sono rimasti feriti e sono stati trasportati in ospedale. È accaduto intorno alle 19.

San Basilio divisa in due. Mezz’ora di pioggia e grandine è bastata per dividere letteralmente in due San Basilio, quartiere alla periferia Est di Roma. L’incrocio tra via Fabriano e via Montegiorgio è stato letteralmente sommerso dall’acqua mentre un enorme ramo ha praticamente reso impraticabile, con l’acqua, il marciapiede. Sono intervenuti la protezione civile e i vigili del fuoco per tagliare un albero venuto giù nella vicina piazza Urbania, che ha quindi limitato la viabilità (sono poi arrivati anche i vigili urbani), dove confluisce via Fabriano e da dove parte via San Severino Marche che porta verso il confinante quartiere Torraccia.

L’allarme. Un automobilista ha dato l’allarme al 113 dicendo che l’acqua lo stava sommergendo sotto il ponte vicino a via Bolognetta. L’arrivo tempestivo delle volanti della polizia ha scongiurato il peggio. Il livello dell’acqua acqua aveva quasi superato il metro d’altezza. Le cause dell’allagamento sono probabilmente dovute ai tombini di scolo otturati e all’eccezionale quantità d’acqua caduta nel giro di pochi minuti. Nel 2008, durante un altro nubifragio che si verificò nell’area metropolitana, a Monterotondo una donna morì dopo essere rimasta intrappolata nella sua auto in un sottopasso.

Metro C. Difficoltà in alcune stazioni della Metro C: alla fermata Bolognetta alcuni passeggeri erano rimasti intrappolati a causa dell’acqua. A metterle in salvo due squadre dei pompieri. La stazione è rimasta chiusa per alcuni minuti.

Gra. Chiusa la rampa di accesso al Gra, zona la Rustica, a causa dell’allagamento di via di Salone. Allagamenti anche a piazza Bologna e via Tensi.

Casilina. Ancora sulla via Casilina, in via Osteria del Finocchio, i residenti sono saliti sui tetti delle loro abitazioni quando l’acqua ha superato, in una manciata di minuti, il metro di altezza.

Collatina. Problemi anche sulla via Collatina, qui sono dovuti intervenire i vigili urbani chiudendo la strada in entrambi i sensi di marcia perché completamente allagata. Disagi causati anche da rami e alberi caduti tra la via Tiburtina e la via Nomentana.

Salaria. E interventi pure in via Salaria, via Marcigliana e via Fabriano. Resta alta l’allerta anche nelle prossime ore. La perturbazione si sta infatti velocemente spostando verso il centro della città.

I
rallentamenti Roma-Velletri. Sempre per il maltempo rallentamenti, fino a 40 minuti, che si stanno registrando, sulla linea Fl4 Roma-Velletri fra Lanuvio e Velletri. In particolare, i tecnici di rete ferroviaria italiana hanno rilevato che le forti scariche atmosferiche hanno danneggiato una centralina che controlla i passaggi a livello fra Lanuvio e Velletri. I tecnici sono sul posto per riparare i danni e ripristinare le normali condizioni di circolazione.

La Repubblica