Allegri: “Juve, adesso non ti devi fermare”

ALLEGRI_JUVE_ALL
“E’ stata una notte bellissima, ma ora non dobbiamo fermarci: dobbiamo guardare avanti, aspettando il sorteggio”. Sembra insaziabile Massimiliano Allegri, subito dopo il trionfo di Dortmund. E mentre incassa i complimenti dell’a.d. bianconero Beppe Marotta, “questi risultati sono merito di Allegri, dopo essere stato accolto con grande scetticismo ad inizio stagione”, prova a sognare un cammino ancora lungo in questa Champions che vede la Juve nel G-8 del calcio europeo.
PER IL CALCIO ITALIANO — L’analisi del tecnico bianconero parte da un dato: “Il risultato di questa sera è il frutto di un lavoro fatto tutto insieme, con i ragazzi e con la società – spiega Allegri -. Abbiamo giocato una partita importante, portando a casa un risultato importante per il calcio italiano. Questa squadra deve essere consapevole dei mezzi che ha e credo che abbia tutte le qualità per fare ancora meglio rispetto a stasera. Ma intanto devo dire che abbiamo fatto davvero un’ottima partita e io sono molto contento, soprattutto per questi ragazzi che volevano passare il turno”.
PASSO AVANTI — Allegri è particolarmente contento della prestazione nel secondo tempo: “Abbiamo fatto molto bene soprattutto nel secondo tempo – commenta -, perché nel primo tempo abbiamo avuto un po’ di smarrimento quando è entrato Barzagli dopo l’infortunio di Pogba. Ma credo che i ragazzi siano stati molto bravi, abbiamo fatto pochi falli, e nella ripresa abbiamo fatto un ulteriore passo avanti”.
IL SOGNO CONTINUA — E adesso? Adesso viene il bello: i quarti di Champions. Ma prima c’è il sorteggio. Allegri non vuole smettere di sognare: “Ripeto: la nostra squadra ha grandi qualità tecniche e fisiche. Abbiamo un Tevez straordinario e davanti grande qualità. Ora vediamo come andrà il sorteggio, ma noi ce la possiamo giocare. Questo risultato è meritato, ma non dobbiamo fermarci qui: dobbiamo provare ad andare avanti”.
MAROTTA — “Grazie Max”, si condensa così il pensiero dell’a.d. bianconero Beppe Marotta che, nell’immediato dopo partita, irrompe ai microfoni per ringraziare il tecnico juventino. “Voglio solo sottolineare e tributare il massimo riconoscimento al nostro allenatore, Massimiliano Allegri, che è stato accolto con il massimo dello scetticismo ad inizio stagione – commenta l’a.d. della Juventus, Beppe Marotta -. Siamo primi in campionato con grande vantaggio, siamo approdati con grande merito ai quarti di Champions: un grande applauso va al tecnico e alla squadra che è stata brava nel seguire il suo lavoro”. Marotta aggiunge: “Si diceva alla vigilia che Massimiliano aveva avuto grande coraggio nel sedersi su questa panchina, ma ha avuto grande coraggio anche nel raggiungere questi risultati”. E a chi gli chiede se queste sue parole sono una frecciata all’ex tecnico juventino Antonio Conte, Marotta risponde: “Conte ha vinto, e non voglio fare confronti, ma è giusto anche tributare questo riconoscimento a questo allenatore”.
GAZZETTA DELLO SPORT