Lilli Gruber ospite di Mariagloria Fontana ad ‘Affari di libri’. Ecco cosa ha detto ai nostri microfoni a proposito della sua ultima pubblicazione, il libro “Il potere delle donne contro la politica del testosterone. BASTA!“.

“Diffidate di chi vi dice che abbiamo raggiunto la parità. C’è una discriminazione nei confronti delle competenze femminili non più sostenibile, nemmeno da un punto di vista economico.

Il problema più grande è che le donne ancora oggi non sono nella stanza dei bottoni. Cosa vuol dire? Che noi non abbiamo il potere di decidere e per cambiare le cose bisogna avere il potere di decidere.

Basta con questo maschilismo, con questo neo-machismo… Perché attenzione: i populisti, i demagoghi nazionalisti che stanno aumentando un po’ in tutto il mondo, anche in Italia, significano più maschilismo. Io non sono contro gli uomini, io penso ci voglia un nuovo patto tra le donne e un nuovo patto tra gli uomini.

Tutti gli studi dimostrano che laddove ai vertici ci siano più donne, che siano banche, che siano aziende o società, tutto funziona meglio, i ricavi sono maggiori, le banche sono più stabili. Non è un’opinione dire che c’è discriminazione e che il mondo funzionerebbe meglio se ci fossero più donne nelle posizioni di vertice, sono dei fatti: le donne funzionano, lavorano meglio degli uomini“.

LILLI GRUBER ► “Le donne lavorano meglio degli uomini. Non è un’opinione, sono dati”


ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE:

1 COMMENT

  1. Questa non si puo’ sentire. Ma ve lo immaginate se fosse un uomo a scrivere che siamo
    migliori delle donne, cosa succederebbe? La fine del mondo. Invece con le donne si nicchia, si dice si si, si sorride,
    come coi bambini piccoli, si perdona tutto. Tutto bene, certo, siete piu’ intelligenti e brave. Contenta?

    Ora vai a rifarti le labbra, cosi’ come segno di tanta intelligenza ( e tanto buon gusto pure!!).

    Allora, esempi di donne al potere massimo con risultanti strabilianti:

    A Roma…poveri noi, devo dirlo?? Davvero? Il suo cognome e’ una cosa che emana dal sole, indovinello. Come sta facendo
    questa donna solare e favolosa? Da 3 anni e mezzo!

    Alla HP mettono una signora dal pessimo nome americo italiano Carly (sic) Fiorina come CEO. Un disastro, cacciata, fallito l’azienda. A capo di Yahoo! mettono una donna come CEO. Quasi fallito, cacciata.

    Alle elezioni americane c’e’ la possibilita’ di un pazzo della televisione megalomane o di una esperta signora di politica da decenni, compassata. La gente ha preferito lui, donne incluse!!! E lo sa si che siete la maggioranza voi donne, quindi non dovrebbe essere difficile votarvi e mettervi nella stanza dei bottoni. Ma non lo fate. Primo perche’ vi odiate tra di voi molto piu’ che gli uomini e secondo perche’ in fondo sapete che spesso vi sciogliete in lacrime nei momenti topici.

    La Fornero, grandissima ministro. Odiata da tutti adesso. La Paola Taverna, eh l’
    onesta’ delle donne (e dei 5 Stelle)….piccole case popolari a parte si intende.

    E la lista delle cape finite imbarazzate potrebbe continuare. La Merkel, brava vero? L’Italia la ringrazia molto.

    Quella francese, sposata con figli grandi che si faceva lo studente di piu’ di 20 anni piu’ giovane, ora presidente? Brava signora. In America la arrestavano. Da galera. Eh le donne mica sono come gli uomini.

    E la moglie di Trump, la modella russa, l’ha sposato perche’ lui e’ tanto affascinante e buono, vero? Eh, piu’ potere alle donne! Altruiste!

    Infine, lei cara giornalista. decenni fa, quando comincio’, chi le diede la possibilita’ di essere dove era allora e quindi adesso? Donne oppure Uomini cara signora? Mi dica, il suo aspetto fisico, (di allora, non adesso!!) l’ha per caso aiutata con gli uomini al potere Rai di allora? No? Mah. Lasci perdere, e’ facile cercare consenso cavalcando il femminismo, ma anche alle femmine viene la puzza al naso quando odorano l’ipocrisia e l’insicurezza.