Roma, scatta lo sgombero del Baobab

Scatta lo sgombero del Baobab a Roma, dove erano ospitati numerosi migranti. “Blindati delle forze dell’ordine si trovano davanti al presidio di piazzale Maslax, nei pressi della stazione Tiburtina, per sgomberare l’area dai migranti“, riferiscono in un post su Facebook gli attivisti di Baobab Experience. “Ancora una volta – attaccano – le questioni sociali vengono risolte con la polizia e con la ruspa“.

Febal Casa Valmontone 696×182
Occhiali in Cantiere – 696×182
AdmiralYes 696×182

“Al momento – fanno poi sapere – hanno portato via 58 ragazzi diretti all’ufficio immigrazione di via Patini per essere identificati”. Tutti gli accessi del campo sono presidiati dai blindati delle forze dell’ordine mentre i bus portano via i migranti. “Fino a ieri solo 65 migranti sono ricollocati dal Comune – spiegano gli attivisti – mentre per un centinaio di loro non è stata trovata ancora una soluzione e non sapranno dove andare stanotte. All’interno ci sono solo 4 operatori della sala operativa sociale con i mediatori e non si è visto l’assessore”.

“Il presidio – si legge su Twitter – è circondato da blindati. Hanno chiuso i cancelli e non consentono a nessuno di entrare né uscire”. Gli attivisti spiegano che “i ragazzi stanno uscendo con gli effetti personali”, aggiungendo che non è stata proposta “nessuna soluzione alternativa“.

“Il Campidoglio a 5 stelle – accusano – non è diverso né dai precedenti,né dalla Lega. Una vergogna infinita per questa città”. “Siamo stati sgomberati 22 volte in tre anni – dice l’attivista Andrea Costa – ma Baobab Experience non finisce oggi”. “Ricominceremo da qualche altra parte – spiega – lo dobbiamo a queste persone. E assurdo che si continui a soffiare sul fuoco della paura, queste persone non sono criminali”. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini commenta così lo sgombero: “Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. Lo avevamo promesso – aggiunge – e lo stiamo facendo e non è finita qui: dalle parole ai fatti”.