Vidal-Tevez ko, la Juventus di Allegri è già in emergenza

TEVEZ_CARLITOS

Per la Juventus è subito emergenza. La sosta per le Nazionali ha portato ulteriori problemi ai bianconeri in vista della ripresa del campionato e il debutto in Champions League. Massimiliano Allegri perde infatti Arturo Vidal, a causa di una «lieve distrazione muscolare a carico del semitendinoso della coscia destra», evidenziata dagli accertamenti clinici cui è stato sottoposto mercoledì a Torino. E rischia di dover fare a meno anche di Tevez, che al termine dell’allenamento ha accusato problemi muscolari ad una coscia. Le sue condizioni sono da valutare.

Il cileno punta il Milan

Per Vidal il problema muscolare è alla stessa gamba del ginocchio operato a maggio. Nei giorni scorsi il giocatore aveva tranquillizzato via twitter sulle condizioni dell’articolazione; ora il nuovo stop che gli farà saltare certamente l’anticipo di sabato con l’Udinese e il debutto il Champions League con il Malmoe di martedì prossimo. All’inizio della prossima settimana, il cileno sarà sottoposto ad ulteriori controlli: in caso di esito positivo, potrà tentare il recupero per la partita contro il Milan del 20 settembre.

Difesa in emergenza

Così come all’esordio contro il Chievo, dunque, Allegri sarà costretto a scelte obbligate, anche perché a centrocampo mancherà ancora Pirlo (fino ai primi di ottobre) e in difesa, con Barzagli, sarà assente Chiellini. Il difensore, che avrebbe saltato comunque l’Udinese per squalifica, sarà indisponibile anche per Malmoe e per il Milan per un infortunio muscolare al soleo che gli ha impedito di giocare con l’Italia.

Ciclo intenso

Certo è che alle porte della Juventus c’è il primo snodo importante della stagione, con la serie ravvicinata di sette gare in tre settimane. Fino alla prossima sosta per le qualificazioni europee delle Nazionali, i bianconeri saranno impegnati ogni tre giorni. Il debutto di Verona ha dato indicazioni positive, ora è già tempo di verifiche. Allegri, vista l’emergenza, sfruttera’ appieno la rosa, quest’anno allestita con più ricambi. In attesa di scoprire, dopo Coman, anche Morata, prossimo al rientro dopo lo stop per l’infortunio al ginocchio, con l’Udinese potrebbe debuttare Evra, e dare concretezza alla rivoluzione tattica prospettata da Allegri con la difesa a quattro e il cambio di modulo.

CORRIERE DELLA SERA