Quirinale all’insegna della sobrietà, primo giugno niente ricevimento

GIORGIO NAPOLITANO

Neanche quest’anno avrà luogo il ricevimento al Quirinale in occasione della festa della Repubblica, che tradizionalmente veniva offerto dal capo dello Stato nel pomeriggio del primo giugno. Lo rende noto l’ufficio stampa del Quirinale che in una nota spiega: “Per ragioni di sobrietà e di attenzione al momento di crisi economico-sociale che larghe fasce di popolazione tuttora attraversano, anche quest’anno non avrà luogo il tradizionale ricevimento del primo giugno riservato alle autorità istituzionali, a esponenti della società civile e ai capi missione delle rappresentanze diplomatiche in Italia”.

Dunque il 2 giugno prossimo, Festa nazionale della Repubblica, “il presidente Napolitano rivolgerà in televisione l’abituale breve messaggio augurale a tutti gli italiani e presenzierà come sempre alla rassegna militare. Nel pomeriggio del 2 giugno saranno peraltro aperti, come di consueto, ai cittadini i giardini del Quirinale”. Nei capoluoghi di provincia, le prefetture renderanno omaggio in termini strettamente istituzionali alla ricorrenza della Festa della Repubblica.

TMNEWS