Napoli formato Champions: Dzemaili piega il Barcellona

DZEMAILI_NAP

Poco convincente, ma pratico e risolutivo. Con un gran tiro dalla distanza di Blerim Dzemaili, a dieci minuti dalla fine, il Napoli ha battuto il Barcellona. Un risultato sorprendente, certo, che prepara il collettivo napoletano al preliminare di Champions League (sorteggio domani a Nyon), in programma il 19-20 prossimo.

Più determinati i catalani, soprattutto nel primo tempo. Dopo 8 minuti, Callejon sbaglia un rilancio e concede a Pedro una palla gol facile facile, ma Albiol riesce a rimediare con un braccio. L’azione più entusiasmante dei 45 minuti iniziali, in ogni modo, l’avvia Maggio, sulla destra: il cross dell’esterno trova la girata di testa di Marek Hamsik sulla quael Bravo comoie una vera prodezza deviando in angolo. Nei minuti finali della prima parte della gara, è Rafel a diventare protagonista, salvando per ben due volte il risultato su Pedro e Munir. Nella ripresa, Benitez ha dato spazio a tutti i giocatori della panchina e nel finale è arrivata la vittoria grazie ad un’ingenuità di Bravo che ha deviato nella propria rete il destro di Dzemaili dalla distanza.

HIGUAIN IN PANCHINA — Deluse le migliaia di tifosi napoletani accorsi fin qui per vedere Gonzalo Higuain: il Pipita avrebbe dovuto disputare almeno una ventina di minuti, ma l’allenatore ha preferito non rischiarlo. La gente s’è dovuta accontentare di applaudirlo nelle breve sgambatura fatta dal giocatore al termine della gara.

GAZZETTA DELLO SPORT