La morte di David Rossi: il video della caduta e il mistero dei due uomini

David Rossi

Un fermo immagine del video
Un video che aggiunge elementi al caso sulla morte di David Rossi, capo della comunicazione di Monte dei Paschi di Siena. Le immagini del New York Post mostrano l’impatto a terra di David Rossi precipitato dalla finestra del suo ufficio della banca senese, il 6 marzo 2013.

Il video mostrato dal New York Post
Nel video si vede il momento dell’impatto del manager a terra, i movimenti del suo corpo agonizzante e l’arrivo di due uomini, uno dei quali si avvicina a Rossi e poi si allontana con calma (mentre l’altro rimane lontano e seminascosto da un furgoncino parcheggiato). Le immagini sarebbero quelle riprese da una delle telecamere di sorveglianza poste all’esterno della banca.
La riesumazione della salma e la simulazione
La famiglia, e in particolare la moglie Antonella Tognazzi, ha sempre sostenuto che non si trattasse di suicidio ed è riuscita pochi mesi fa a far riaprire il caso. Il 6 aprile scorso la salma dell’uomo è stata riesumata su ordine della Procura di Siena. E le nuove immagini sono state mostrate a poche ore dalla simulazione della caduta del corpo ed il sopralluogo negli spazi dove avvenuta la morte di David Rossi, prevista per sabato 25 giugno. La data delle nuove perizie tecniche, secondo quanto si apprende, è stata fissata dalla procura di Siena e sarà effettuata con l’ausilio dei vigili del fuoco e dei carabinieri. La simulazione della caduta non sarà effettuata con un manichino ma tramite rilievi tecnici.
Nuove perizie
I nuovi accertamenti seguono l’esame autoptico sulla salma avvenuto il 22 aprile a Milano e di cui le parti attendono la relazione scientifica dell’anatomopatologa Cristina Cattaneo. Le perizie erano state disposte dalla procura il 22 marzo a seguito della riapertura del fascicolo avvenuta nel novembre scorso su richiesta del legale della famiglia di Rossi secondo cui sarebbe stato ucciso da almeno due persone. L’inchiesta aperta in origine con l’ipotesi d’istigazione al suicidio era stata archiviata dal gip su richiesta dei magistrati.

Corriere della Sera