Cassintegrati, buco da un miliardo

Giuliano_Poletti

ROMA Un buco da tappare e un altro nodo da sciogliere: la cassa integrazione in deroga. «C’è una differenza di un miliardo di euro tra ciò che abbiamo finanziato in passato e ciò che c’è in bilancio quest’anno», ammette il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. «È un dato meccanico» ma con la Jobs Act si è fatta «una operazione che rende più semplici le assunzioni».
Ma i sindacati, Cgil Cisl e Uil, in coro, chiedono con urgenza il rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga. Per il 2013 sono stati messi a disposizione 2,5-2,6 miliardi di euro; per il 2014 la legge di stabilità ha stanziato 1,6 miliardi di euro (400 milioni sono ripartiti tra le regioni e in parte anche utilizzati per le situazioni in sospeso del 2013). I dati dell’Inps dicono che a febbraio sono state autorizzate 83,3 milioni di ore di cassa integrazione con un aumento del 5,3% rispetto a febbraio 2013. A crescere di più sono proprio le ore di cig in deroga (+55,6%), seguite dalla cig straordinaria (+16,9%) mentre la cig ordinaria è diminuita del 27,4%.