Il 5 Stelle ha aperto l’alleanza col PD anche per le elezioni regionali. Il giallofucsia insomma è il colore dominante della collezione autunno-inferno.

La situazione politica italiana continua a porsi sotto il segno dell’instabilità. Regna un’incertezza generale che ci sta portando a un nuovo allineamento che porta sempre più il 5 Stelle verso le sinistre cosmopolite e la Lega verso le destre liberiste e sovraniste.

Proprio come vi è stato un tradimento da parte della Lega, così vi è stato un tradimento da parte del 5 Stelle.

Radioattività, la pillola del giorno con Diego Fusaro


LEGGI ANCHE:

1 COMMENT

  1. Mi pare di capire Fusaro che lei appartenga alla destra sociale. Di certo non è imparziale come vuol far credere di essere – o forse non lo vuole far credere – non so. O meglio, appartiene ad una nicchia politica talmente minuscola da quando a destra c’è stato l’avvento del nano malefico, talmente irrilevante che potrebbe persino apparire super partes. Tuttavia certo livore che esprime è decisamente caratteristico della destra. Degno di nota però è che si esprima con proprietà di linguaggio. Tuttavia la categoria del “tradimento” in politica è ridicolo. Il tradimento appartiene a quella paccottiglia nostalgica, insieme all’onore e ad altre carabattole di un tempo che fu – sto sempre parlando della politica. La politica non ha regole né galateo, dai tempi delle agorà greche in poi. Da comunista le dico – parer mio – qual è il vero problema dell’Italia e di tutta l’Europa: il capitalismo anglo-sassone. Dobbiamo sbarazzarci di tutti i legami con quelle nazioni malsane che rispondono ai nomi di USA e UK e non potremo che migliorare. Spero di non averla offesa; se sono riuscito in tal senso sono andato ben oltre le mie intenzioni.
    Cordiali saluti
    Alessandro Sanna