Se l’abito fa il monaco. L’importanza di valorizzarsi

"Senza una cifra identitaria da definire, uno stile proprio che ci contraddistingue, tutti gli sforzi per valorizzare e migliorare il nostro aspetto esteriore perdono di significato".

immagine esteriore

E’ inutile girarci intorno. Ogni volta che ci osserviamo davanti allo specchio, in ogni occasione importante che vogliamo portare avanti con successo fa spesso capolino, nella nostra mente, un unico obiettivo: il desiderio di apparire al meglio.

Se è vero che l’estetica non è tutto ed è dovere morale di ognuno di noi prendersi cura di sé stessi e di cercare di puntare sulle nostre qualità più vincenti, è altrettanto evidente che l’immagine esteriore gioca un ruolo fondamentale nella nostra autostima e nelle impressioni che diamo agli altri.

Che si tratti di un colloquio o di un appuntamento informale con amici e parenti, l’obiettivo di comunicare attraverso la nostra immagine esteriore è, per noi, un’azione importante e imprescindibile. Soprattutto nella società di oggi, dove anche l’apparenza, affianco o, in alcuni casi, oltre la sostanza, ha un ruolo preponderante.

Perché, non neghiamolo, prendersi cura del proprio corpo, della propria immagine esteriore, è un modus operandi tutt’altro che superfluo.

Ma come fare per valorizzarsi al meglio? Esistono dei parametri oggettivi su cui basarsi, per mettere in risalto la nostra immagine esteriore e anche il nostro modo di essere?

In un universo sempre più tecnologico, tendiamo ad affidarci, oltre che ai consigli mirati di esperti del settore, ai numerosi metodi-fai-da-te e tutorial sottoposti alla nostra attenzione da fashion blogger e youtuber, la cui professionalità e ricercatezza non è oggetto di discussione.

E, passo dopo passo, ci ritroviamo a creare un collage di tendenze estetiche e di beauty look del momento, al fine di definire il nostro stile. Il risultato? Perdiamo di vista la nostra cifra stilistica, con il rischio di non riuscire a valorizzarci come vorremmo.

Certo, tutte e tutti vorremmo essere Nicole Kidman o Brad Pitt. Ma senza una cifra identitaria dalla quale partire, uno stile proprio che ci contraddistingue, tutti gli sforzi per valorizzare e migliorare il nostro aspetto esteriore perdono di significato. E questo è il primo, vero parametro su cui basarci e da tenere a mente.