Renzi a Tokio: Italia e Giappone condividono valori strategici

Prime_Minister_Renzi

Italia e Giappone “condividono valori culturali e strategici”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita a Tokio, dopo l’incontro con il premier giapponese Shinzo Abe. “Italia e Giappone condividono valori culturali, ma condividono alcuni valori strategici, sia a livello economico che di visione geopolitica”.

Il premier ha ricordato alcune cifre dei rapporti tra i due paesi: “Possiamo fare ancora di più sotto il profilo degli scambi economici e commerciali. Il nostro interscambio nel 2014 ha superato gli 8 miliardi di euro. Possiamo fare molto di più, specie se cadranno le barriere non economiche che stanno alla base degli accordi che vogliamo cancellare”.

Quindi, “gli scambi culturali che stanno alla base anche del turismo: abbiamo 2,7 milioni di presenze giapponesi in Italia, vogliamo arrivare a 3 milioni. Dobbiamo invitare molti italiani a visitare il Giappone. Ma questi scambi nascono dalla cultura, il motore di tutto. Quello che ci unisce sono gli stessi valori, gli stessi ideali culturali”.

Per Finmeccanica, ha spiegato ancora Renzi, si aprono “spazi di iniziativa in Giappone. Finmeccanica è un’importante azienda partecipata dallo Stato. Ha scelto un partner per la questione ferroviaria, dovendo dismettere l’asset ferroviario, e ha scelto Hitachi. Una scelta molto importante”.

“Allo stesso tempo – ha proseguito – Finmeccanica ha molti spazi di iniziativa, di intervento in Giappone, specie dopo la nuova interpretazione del pacifismo pro-attivo spiegata dal primo ministro Abe. A cominciare dagli elicotteri Agusta-Westland che vengono fatti con Kawasaki e tutta una serie di altre opportunità”.

ASKANEWS