Moviola in campo: oggi può arrivare il sì

infantino

Oggi può cambiare la storia del calcio. In Galles, a Cardiff, si riunisce l’International Board, chiamato a decidere sull’utilizzo della moviola in campo con una sperimentazione già a partire dalla prossima stagione. Le situazioni in cui far vedere i video replay agli arbitri sarebbero tre: per decidere calci di rigore, espulsioni dirette e la regolarità dei gol (per valutare se ci sia stato un fallo, se il pallone fosse uscito o se un giocatore fosse in fuorigioco). Per l’approvazione servono 6 voti su 8 tra i 4 componenti della Fifa (sicuri il presidente Infantino, Villar e il segretario Kattner) e delle 4 federazioni britanniche.

NUOVE REGOLE – In arrivo altre importanti novità. Per ifalli di mano non ci saranno più il discorso sulla volontarietà e l’ammonizione automatica, che scatterà soltanto se interromperà un’azione pericolosa. Introduzione della regola del vantaggio anche dopo dei falli da espulsione. Chi subisce un fallo da cartellino giallo o rosso non dovrà più uscire dal campo dopo le cure se queste non dureranno più di un minuto. Espulsione prima del calcio d’inizio per fatti gravi o violenti nel pre-partita. Punizione o calcio di rigore (se in area) contro (e non più palla scodellata a due) per chi cerca di rallentare il rientro in campo dell’avversario col pallone in gioco, idem se un medico o un componente della panchina entra in campo senza autorizzazione. Abolizione della tripla sanzione: rigore, espulsione e squalifica in caso di falli non violenti, come ad esempio succede spesso con i portieri in uscita. Quarta sostituzione nei tempi supplementari, infine discussione sull’espulsione a tempo di 10 minuti per chi simula, protesta o tiene un comportamento antisportivo. Il futuro è adesso.

CALCIOMERCATO.COM