Keita, parla l’agente: «Via dalla Lazio se ci sarà la possibilità»

LAZIO PARMA

ROMA – «Mai chiesto alcun rinnovo di contratto alla Lazio, non c’è nessuna trattativa in corso». Così Calenda, procuratore di Keita, attaccante della Lazio, ha commentato a Sky Sport 24 la situazione del suo assistito. «La cosa che noi vorremmo è capire cosa vuole fare la società con il ragazzo. Purtroppo in questi anni Keita non è mai stato utilizzato con regolarità ed invece è proprio questo che lui sta cercando. Il mio assistito chiede solo chiarezza, vuole capire quello che la società ha in mente. I sogni di questo ragazzo si stanno sgretolando per via di promesse mai mantenute e disattese. Il pensiero della cessione c’è perchè non c’è chiarezza nei suoi confronti. Noi abbiamo chiesto la cessione poi è ovvio che il presidente Lotito può pensarla diversamente e considerare il ragazzo incedibile o sacrificabile a cifre da top player, pur non guadagnando come tale. Keita ha ancora due anni di contratto con la Lazio e lui li onorerà fino all’ultimo giorno. Se poi ci saranno possibilità di andar via, allora le coglieremo. La lite di ieri con Lulic? E’ stato un normale screzio fra due giocatori, cose che accadono di continuo: Keita ha dimostrato in quell’occasione il suo grande cuore perchè ha pensato a difendere un compagno che aveva subito un fallo subito prima. I problemi con Lulic si sono subito appianati nello spogliatoio. La notizia di quella rissa non doveva uscire all’esterno e invece è accaduto, forse per creare un disagio al  ragazzo stesso», ha concluso Calenda.

CORRIEREDELLOSPORT.IT