Il Portogallo vince il gironcino, come giusto. L’Italia resterà in serie A. Zero a zero come contro la Svezia su questo stesso campo un anno fa. Nel primo tempo tanto possesso palla che però, senza gol, diventa una ninna nanna. Non so per i giocatori, ma per lo spettatore sicuramente sì.
Sono state quattro le occasioni azzurre, due quelle dei portoghesi. Ma non basta. In avanti non si fa male. E anche in mezzo molta tacnica, ma scarso peso. Bisognerà vedere l’Italia contro avversari che la mettono anche sul fisico.

Nell’insieme la sensazione di una squadra di liceali, in giacca e cravatta e con i capelli a posto. Ma poi il calcio lo devi giocare anche nei vicoli.
Per ora Mancini così così. È vero che sta ripartendo, ma è vero anche che riparte piazzandosi secondo su tre. Risultato, in sostanza, negativo.
 Il migliore Verratti, che ormai ha l’erre francese. Buono il primo tempo di Insigne, che poi retrocede a centrocampo. Immobile ci prova. Chiesa ancora una volta beccato in fallo e simulazione. Avrebbe meritato il rosso.

Roberto Renga