“Intercetteremo chat, playstation e programmi per il download”

Ministro ORLANDO

“Il quadro preoccupante dello scenario internazionale consiglia un monitoraggio costante, incontri come questi saranno destinati a ripetersi”, ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al termine del vertice a cui hanno partecipato, oltre a Legnini e Roberti, il procuratore generale della Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo, il procuratore generale di Roma Giovanni Salvi, il procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone, il membro nazionale designato di Eurojust Filippo Spiezia. Sono le nuove tecnologie, sfuggenti per le norme internazionali, a preoccupare chi si occupa di sicurezza. Troppi strumenti da monitorare. “Per questo dobbiamo potenziare i nostri sistemi di intercettazione e questo oggi abbiamo deciso. Sulle playstation? Si, ma anche su tutte quelle chat legate ad altri programmi come, ad esempio, quelli per scaricare musica”, ha continuato il ministro.

ASKANEWS