Brasile, lo show è già iniziato Apre Oscar, Neymar ne fa tre

NeymarLa tripletta di Neymar arriva col cambio di maglia: verdeoro e blu MAURICIO CANNONE
Un Brasile senza gli «italiani» vince con estrema facilità in Sudafrica con tripletta di Neymar, grande speranza verdeoro per il Mondiale. I sudafricani si consolano col ricordo di Nelson Mandela, scomparso tre mesi fa: i giocatori di casa indossano la maglia numero 46664, lo stesso della cella in cui Mandela fu rinchiuso ai tempi dell’apartheid.

Bene Julio Cesar La squadra di Luiz Felipe Scolari scende in campo col tridente che vinse l’anno scorso la Confederations Cup: Hulk-Fred-Neymar. In porta, Julio Cesar conferma la fiducia del c.t- anche giocando a Toronto. Una prova fortunata per l’ex interista: poco lavoro e una bella parata su Patosi. Tra tutti i convocati, è il primatista di presenze nella Seleção: 78. Rafinha, serio concorrente di Maicon per fare il vice Daniel Alves (il titolare della fascia destra che passa a sinistra durante la ripresa) gioca i 90’; centrali gli inamovibili Thiago Silva e David Luiz, con Marcelo sulla sinistra. A centrocampo Fernandinho si guadagna preziosi punti col c.t. anche per il bel gol. Il mediano del Manchester City rimpiazza dall’inizio Luiz Gustavo, che entra al posto di Paulinho nel secondo tempo. Oscar completa il centrocampo. Ed è proprio lui a siglare l’1-0 al 9’ del primo tempo (su magnifico assist di Hulk), con un bel tocco che beffa il portiere Williams.

Neymar show Il migliore in campo è Neymar, che comincian il suo show al 40’: passaggio di Paulinho a centrocampo, penetrazione sulla sinistra e tiro vincente tra le gambe del portiere. Nella ripresa, il Brasile cambia maglia: si toglie il giallo e indossa l’azzurro. Sembra persino l’Italia. Lo show di Neymar continua. Subito al 1’, Fred mette l’attaccante a tu per tu col portiere. Il fuoriclasse del Barcellona lo scavalca con un leggero tocco. Entrambe le squadre cambiano molto nella ripresa. Il ritmo rallenta, ma il Brasile completa la goleada con una cannonata di Fernandinho da fuori area al 34’. Il definitivo 5-0 viene fimrato ancora da Neymar (minuto 45), dopo passaggio di testa di Jo.

Scolari felice «Abbiamo chiuso la preparazione con una bella provba», dice un esultante Thiago Silva. Che promette: «Faremo di tutto per vincere il Mondiale». Il c.t. Scolari loda la prestazione di Neymar: «Lui si sente bene sia qui alla Seleção che al Barcellona. E può migliorare ancora«. L’attaccante ha raggiunto quota 30 in 47 gare col Brasile. Scolari spiega poi che il 95 per cento del gruppo mondiale definito. Ma non è del tutto chiuso.