In Italia esiste una pratica illegale che coinvolge, a loro insaputa, le persone che purtroppo non ci sono più. Il tema è quello del cosiddetto racket del caro estinto. Il deprecabile fenomeno si annida negli ospedali e nelle RSA dove, ad un tratto, all’interno della camera mortuaria arriva un tizio che prima consola i cari che piangono il defunto e poi si offre per un consiglio sulle pratiche da seguire per eseguire al meglio l’ultimo saluto.

La pratica di proporsi come referente di un’impresa funebre negli ospedali o nelle case di cura è a tutti gli effetti un reato perseguito dall’ordinamento giudiziario italiano. Ciononostante continuano a girare indisturbati soggetti che ignorano il dolore e soprattutto la legge. Questa lurida compravendita si materializza esattamente come in un’asta. Nel 2022 siamo costretti a segnalare ancora certe azioni a dir poco vergognose.

In diretta ai nostri microfoni di Un Giorno Speciale Maurizio Scandurra ha espresso la sua opinione anche su altri temi caldi del momento. Dal rifiuto della Pausini di intonare ‘Bella Ciao‘ al caso del caro bollette fino alla campagna elettorale in corso di svolgimento.