“La Juventus torna a fare quello che sa e sembrava non sapesse più. Raccoglie un autogol provocato da un tiro di Arthur, raddoppia grazie al suo vaccino americano”.

La Juventus torna a fare quello che sa e sembrava non sapesse più. Dunque vince nettamente, anche con qualche distrazione difensiva, spreca molto, raccoglie un autogol provocato da un tiro di Arthur e questa è una notizia e raddoppia grazie al suo vaccino americano, FarWeston McKennie, supportato da un enorme Cuadrado. Totale: i tre assenti di San Siro che comunque non giustificano l’orribile esibizione contro l’Inter.

Il Bologna ha fatto il suo, bruciando alcune occasioni da rete ma ha dovuto fare i conti con una superiorità tecnica e fisica del gruppo Pirlo, il quale Pirlo ha tuttavia impiegato la solita oretta da manuale di Coverciano per richiamare Bernardeschi pallapersa e cambiare poi il volto di tutto il centrocampo. Si è rivisto De Ligt reduce da quarantena faticosa e Demiral per un minuto soltanto.

Da segnalare una prestazione energica di Chiellini che ha commesso un solo strafalcione, per fortuna sua a centrocampo. La Juventus prende tre punti al Milan e due all’Inter ma resta ancora lontana in attesa del recupero con il Napoli. Buone sensazioni ma anche cattive notizie da Ronaldo ancora svuotato e nervoso.   

Tony Damascelli