La cannabis ad uso terapeutico rappresenta una novità interessante in ambito sanitario.

La cannabis ad uso terapeutico, infatti, consiste in una terapia naturale basata sull’utilizzo di fiori e può essere utilizzata per combattere il dolore della lombalgia, il dolore dei nervi, il bruciore dell’herpes e non solo perché la cannabis utilizzata in ambito sanitario può aiutare anche nella gestione dello stress.

A queste e ad altre domande abbiamo risposto nella rubrica “Cannabis e Terapia” a cura della dottoressa Cristiana Salvadori in collaborazione con Farmacie Gruppo Coviello.

Riascolta la puntata e per maggiori informazioni invia una mail a [email protected] o invia un messaggio al 351 82 80 441.

“Alcune proprietà della cannabis sono ancora in fase di studio, sappiamo però che quelle principali sono i cannabinoidi cioè sostanze che attivano il nostro sistema cannabinoide, che è il sistema della gratificazione.

La cannabis terapeutica lavora sul sistema della gratificazione, è un farmaco a tutti gli effetti ma attiva il meccanismo dello stare bene, ci aiuta a mettere un filtro, è come se la cannabis dicesse al nostro corpo ‘tranquillo, guardala bene questa cosa, la puoi affrontare, ce la puoi fare’.

La cannabis può essere utilizzata quando c’è un dolore del corpo, quindi in tutte le malattie in cui c’è un dolore: la cannabis può essere utilizzata come adiuvante e quindi come aiutante, la cannabis è una sostanza che aiuta a ridurre la quantità dei farmaci che si possono utilizzare.

Per il dolore quello dell’anima, quello del vedere tutto nero, la cannabis è come se ci consolasse, è come se ci dicesse rilassati, ci sto pensando io“.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: