RadioAttività, lampi del pensiero quotidiano – Con Diego Fusaro

Ci giungono dalla Francia delle immagini raccapriccianti, scene apocalittiche nelle quali i poliziotti caricano con veemenza i vigili del fuoco in rivolta per gli stipendi eccessivamente bassi.

La violenza senza fine si abbatte sui lavoratori, i quali non solo svolgono onestamente il loro lavoro, ma proteggono per di più i cittadini.
I vigili del fuoco francesi non hanno ricevuto risposte, né contrattazioni, ma solo un bagno di sangue da parte della violenza neoliberista: è questa la vera Francia di Macron e la vera Europa che vogliono a Bruxelles.

E’ questo il vero volto del neoliberismo che da sempre viene rappresentato come il non plus ultra della democrazia e dei diritti.
Assistiamo a una regressione costante, i diritti si disperdono nell’aria, le conquiste salariali vengono dissipate dal cosmopolitismo targato Rothschild.

Lo Stato diviene una semplice ancella del mercato, al pieno servigio dell’economia. La politica si fa dettare legge da quest’ultima e diventa il suo braccio armato.
Questa è l’essenza violenta dello stato liberista di cui la Francia di Macron sta dando una tragica prova.

Il popolo francese si sta però distinguendo dai popoli europei, prima coi gilet gialli, poi con i sindacati e ora con i vigili del fuoco.
Lo diceva Gramsci: “Quando la classe dominante perde l’egemonia le resta solo il dominio senza il consenso” e quando non c’è il consenso, aggiungiamo noi, deve ricorrere alla violenza.


ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: