Leclerc ha conquistato non solo il Gran Premio di Monza 2019 ma tutto il popolo della Ferrari. Ora le gerarchie iniziano a scricchiolare, con Vettel che sente le pressioni del giovane compagno di scuderia. Leclerc conferma quindi gara dopo gara le sue potenzialità di crescita, per alcuni è già un fenomeno, per altri lo diventerà.

E’ lui il pilota del futuro della Ferrari?

Alessandro Vocalelli
Colpisce l’autorevolezza di questo ragazzo, il controllo che ha di ogni situazione, la sua maturità. Che fosse un pilota veloce lo sapevamo, ora stupisce la sua maturazione. L’importante è che la Ferrari torni a vincere e che trovi il pilota giusto per riprendere una storia di successi.

Furio Focolari
Vorrei far notare che lui nelle interviste chiede di poter rispondere in italiano, una cosa bellissima. Dopo Alonso nessun pilota della Ferrari parlava italiano. Quello che ti fa capire che è un campione sono la sfrontatezza e la bravura con cui si è imposto a Hamilton, usando tra l’altro un tattica “scorretta” che in un Gran Premio precedente aveva subito e che oggi ha sfruttato a suo favore.

Tony Damascelli
L’8 settembre è una data che per molti giovani è sconosciuta, quella del 1943. Leclerc è un ragazzo destinato a diventare un campione, un fuoriclasse. Ha tutto, non si vincono casualmente due Gran Premi di seguito, non si vince sulla Mercedes, non si vince azzardando. Quindi per fortuna abbiamo nuovamente in Ferrari qualcuno che non solo fa sognare ma fa credere nelle vittorie.

melli

Franco Melli
Una vittoria radiosa e solida. Fa presagire l’alba di un grande campione. Leclerc sta dimostrando di essere degno dei grandi ferraristi del passato. Il fatto che abbia vinto a Monza dieci anni dopo Alonso fa capire che certi vuoti potranno essere colmati. Il piglio, la personalità, lo spessore, il coraggio che questo ragazzo sta dimostrando non si inventa.


LEGGI ANCHE: