Viviamo nell’illusione della democrazia, convinti che il nostro voto – la scelta di un partito piuttosto che un altro – possa incidere sulle decisioni che verranno prese nel nostro Paese. In realtà non è così: il vero potere è detenuto da gruppi e uomini che agiscono dietro il palcoscenico della politica, persone in grado di orientare le scelte politiche mondiali per favorire i propri interessi.

Tra questi vi è senza dubbio il Gruppo Bilderberg, un’élite in grado di posizionare i propri uomini e le proprie pedine nei ruoli più rilevanti dei governi nazionali e di quelli sovranazionali come l’Unione Europe.

Un inganno di cui molte persone non riescono ad avere percezione. Perché? Cosa accade alla nostra psiche? Come siamo stati convinti che questo mondo sia giusto?

Ne abbiamo parlato con lo psicoterapeuta e giurista Mauro Scardovelli.

Gli uomini sono stati messi gli uni contro gli altri, la solidarietà è stata sostituita dalla competitività e ci sono stati tolti i diritti fondamentali come quello all’autodeterminazione e al lavoro.

Hanno creato un mondo in cui i valori sono stati capovolti

L’Italia era una delle più grandi potenze mondiali grazie alle imprese pubbliche (come l’IRI) ma con le privatizzazioni hanno distrutto la nostra economia. Negli anni novanta Prodi fu incaricato del mandato di smantellare le aziende pubbliche italiane.

Il pubblico è stato declassato in favore del privato per il volere dei neoliberisti

Gli uomini vengono sottomessi diffondendo costantemente idee negative attraverso i mass media: lo spauracchio dello Spread, l’ansia dei mercati, la paura per il lavoro, ecc…

Il vero potere utilizza l’odio e la paura per dominare i popoli


LEGGI ANCHE: