“Salva-Roma? La Raggi sta aiutando gli altri comuni”. Intervista a Pietro Calabrese (M5S)

"Prima gli italiani? Le banche non rappresentano gli italiani"

Pietro Calabrese

“Perché si continua a chiamarlo Salva-Roma? Aveva un senso 11 anni fa, con il Governo di centrodestra”. A ‘Lavori in corso’, con Stefano Molinari e Luigia Luciani, Pietro Calabrese, Consigliere del Movimento 5 Stelle in Assemblea Capitolina.

“La Raggi sta aiutando gli altri comuni, non chiede neanche un euro in più”

“Non è assolutamente vero che la Raggi ha chiesto soldi allo Stato – dichiara Pietro Calabrese (M5S) durante il suo intervento a Radio Radio – non è assolutamente vero che la Raggi sta insistendo per avvantaggiare Roma in qualche modo. Sento dire dal Ministro dell’Interno che non ci sono città di serie A e di serie B: siamo completamente d’accordo con lui. Proprio per questo motivo, visto che la nostra amministrazione ha consentito di risparmiare 2 miliardi e mezzo, questi soldi possono essere utili per andare ad aiutare altri comuni. Quindi la Raggi sta aiutando, non sta chiedendo niente in più, neanche un euro”.

“Prima gli italiani? Le banche non rappresentano gli italiani”

“Questa amministrazione – continua Pietro Calabrese sta facendo una lotta contro le logiche e il sistema criminale del passato. Questi 2 miliardi e mezzo di cui stiamo parlando oggi sono soldi che sarebbero dovuti andare a finire alle banche. Chi si schiera contro questa amministrazione evidentemente si schiera dall’altra parte. Siamo molto stanchi di ricevere attacchi. Bisogna chiedere alla Lega cosa intende esattamente quando dice prima gli italiani? Le banche non rappresentano gli italiani”.