Io la mia scelta l’ho fatta e l’ho fatta tempo fa. Le persone continuano scrivermi cose del tipo: perché non vai in politica, perché non fonda un partito ecc. ma sono iperboli che mi fanno sorridere e non mi interessano. Io sabato scorso ho fatto un evento mettendo insieme economia e musica, c’era un’orchestra che suonava. Circa 1200 persone sono venute a vedere questo evento.

Era una sorta di ascolto collettivo, mettere insieme l’economia con la musica è qualcosa di strano che ancora non era stato fatto. Una lezione di economia fatta usando la musica e in particolare musica di ogni genere era un tentativo che i più giudicavano velleitario invece ha avuto un grande successo.

A me interessa proporre alle persone l’economia umanistica, quello è il mio progetto, a quello sto dedicando il mio tempo e se volete venite nel mio gruppo Telegram dove dalla prossima settimana riprenderanno delle pillole e dei momenti di riflessione. Si parla di tutto tranne dell’attualità, quelle cose tristi che vi angosciano sui telegiornali, sulle televisioni, tutti i giorni. Se volete occuparvi nuovamente dell’uomo, della persona e leggere l’economia in modo diverso, c’è il nostro gruppo Telegram.

Malvezzi​ Quotidiani, pillole di economia umanistica con Valerio Malvezzi