Paesi diversi, misure diverse. Nonostante i contagi da Covid-19 in Europa siano diversi in vari Paesi, sono differenti le precauzioni che le varie Nazioni dell’UE stanno prendendo. Mentre in Italia si continua a parlare di un possibile nuovo lockdown, altri Paesi hanno da tempo abbandonato ogni restrizione, a partire dalle mascherine. Sono soprattutto quelle del nord Europa le Nazioni che hanno lasciato liberi i propri cittadini, senza costrizioni di vario genere, come si è visto anche nel corso del Gran Premio d’Olanda: sugli spalti, oltre 100 mila persone senza alcuna mascherina. Fabio Duranti, a ‘Un giorno speciale’, ha commentato: “La televisione ci nasconde alcune immagini ma altre non ce le può nascondere. Ricordiamo che l’Italia è uno dei Paesi che in Europa ha vaccinato più di tutti: qui si parla di obblighi mentre da altre parti non si parla di niente.
In Danimarca è tutto tornato come prima, in Olanda idem. Abbiamo visto tutti la partita dell’Italia: c’era lo stadio pieno senza mascherine. Anche nel Gran Premio d’Olanda c’erano gli spalti pieni con 100mila persone, senza mascherine. Lì le persone inneggiano, urlano, con tribune colme strapiene di gente. Tra l’altro ha vinto Verstappen, che è di casa. Sono tutti appiccicati l’uno all’altro: allora questi sono alieni? Guardiamo i dati: l’Olanda ha più contagi di noi, eppure sono liberi e vanno anche a vedere il Gran Premio. I dati delle vaccinazioni, invece, sono identici. Hanno avuto le nostre stesse vaccinazioni”.

L’avvocato Holzeisen, in diretta al fianco di Fabio Duranti, ha detto la sua sulla questione, spiegando come a differenza dell’Italia, nei Paesi del Nord Europa l’approccio al Covid è differente, senza troppe costrizioni: “Nei Paesi nordici, esclusa la Germania che è sotto un regime piuttosto autoritario, hanno – esclusa la Norvegia che non va bene con i suoi dati – hanno un approccio molto più liberale al Covid, molto più consono alla vita. Evidentemente l’Italia è sotto scacco, noi siamo stati venduti, altrimenti non me lo posso spiegare. Siamo l’Israele d’Europa. Noi veniamo contagiati da un numero innumerevole di virus: se la gente ha ascoltato qualche virologo un po’ più sincero ha capito che siamo circondati da un mondo di virus e siamo contagiati di continuo”.