Lazio-Torino, come previsto, non si è giocata. La Lega ha deciso di non rinviare la gara, il Torino non è partito per Roma a causa della decisione della Asl, la Lazio si è comunque presentata in campo. In breve? La stessa situazione che si era creata il 4 ottobre per il match Juventus-Napoli. Il precedente quindi c’è, e probabilmente questa vicenda seguirà lo stesso corso.

In questo caso però si sapeva da giorni che il Torino non si sarebbe presentato all’Olimpico, e ci si chiede dunque se non si sarebbe potuta trovare una soluzione migliore a questa situazione surreale.

Di chi sono le colpe dell’impasse? Di nessuno secondo il giornalista Riccardo Cucchi, che ha così twittato:

“La Lega non rinvia #LazioTorino. Ha ragione: applica il protocollo. Il #Torino non parte. Ha ragione: rispetta l’indicazione della Asl. La #Lazio si presenterà in campo. Ha ragione: se non lo facesse verrebbe penalizzata. Hanno ragione tutti. Questo è il problema”.

Ecco dunque il parere di Riccardo Cucchi a ‘Lavori in Corso’ in compagnia di Luigia Luciani e Stefano Molinari.