Un pareggio dal valore inestimabile quello strappato dalla Lazio sul campo del Borussia Dortmund. Immobile impatta, su calcio di rigore, la rete tedesca di Guerreiro per il definitivo 1-1.

Adesso è il turno del Bruges per festeggiare, con una vittoria o anche un pari all’Olimpico, l’accesso agli ottavi di finale della Champions League. Un cammino quasi perfetto in Europa per i ragazzi di Inzaghi che, necessariamente, dovranno recuperare fiato e concentrazione per ripartire in campionato. La sconfitta interna con l’Udinese, infatti, ancora brucia.

Sulla prestazione biancoceleste in Champions si sono confrontate le nostre Teste di calcio

Tony Damascelli

La Lazio mi è piaciuta molto per testa, gamba e sicurezza anche quando era in svantaggio. Però poi l’ultima partita del girone contro il Bruges bisogna giocarla. Perché non mi fido delle partite in cui si può contare su due risultati su tre. C’è solo un risultato: quello di non perdere. Perché anche ieri abbiamo visto delle situazioni, come quella del Psg contro il Manchester United o il Lipsia che era sul 3-3 e ha segnato alla fine. Le partite di Coppa sono dei punti interrogativi che improvvisamente diventato punti esclamativi.

Alessandro Vocalelli

La Lazio mi è piaciuta molto. Però vorrei dire una cosa. Credo che nei confronti di Immobile, nonostante sia Scarpa d’Oro e nonostante tutto quello che sta facendo, c’è comunque un po’ la tendenza a considerarlo meno di tutti gli altri come Lukaku e non solo. Credo che bisognerebbe svincolarsi da questa cosa, quindi dico che Immobile in questo momento è un top player e nessuno vede la porta come lui. Ha un fiuto nel trovare la porta, da qualsiasi posizione  e in qualsiasi modo, che secondo me ne fa un attaccante straordinario.

Furio Focolari

Ho assistito decine di volte a trasmissioni, con importanti colleghi, che sottolineano la mancanza di un centravanti per la Nazionale. Per me è una bestemmia. Il fatto che Immobile sia partito tardi a certi livelli non basta a giustificare gli atteggiamenti di tanti giornalisti. Detto questo, la Lazio mi è piaciuta. Poteva però anche fare meglio perché questa partita vincerla. Secondo me nel primo tempo ha avuto un atteggiamento un pochino remissivo. Ha giocato alla pari col Borussia però poi, dal 15’ del secondo tempo quando era in svantaggio, la Lazio ha cambiato marcia. Ha segnato e ha continuato a giocare per vincere. Ora non si deve pensare che la partita col Bruges sia già vinta. Credo che la Lazio la vincerà, ma bisogna giocarla con tanta attenzione.

melli

Franco Melli

Io ho visto un’ottima Lazio soprattutto negli ultimi 20 minuti, come nei migliori momenti della scorsa stagione. Complessivamente buona prestazione. Penso che ci siano due giocatori da riportare al top come Luis Alberto e Milinkovic-Savic. La Lazio però non deve e non può perdere di vista il campionato. Quindi mi aspetto un riscatto a Cesena contro lo Spezia e mi aspetto chiaramente che riesca a battere, o comunque a non perdere, il Bruges.