Il filosofo e saggista Diego Fusaro al centro di un vortice di minacce e insulti in rete circa la sua opinione sul movimento delle sardine. E’ quanto accaduto in seguito all’articolo pubblicato dal giornale Open e rilanciato sui canali social del Direttore di TG La7 Enrico Mentana.

Ecco lo sfogo di Diego Fusaro ai nostri microfoni.

Con Francesco Vergovich, Fabio Duranti e Mario Tozzi.

“Sulla pagina di Enrico Mentana è comparso un articolo del rotocalco Open da lui diretto dove mi si criticava essenzialmente per essere non allineato rispetto al movimento delle sardine. Fin qui tutto legittimo, ringrazio anzi il Direttore Mentana per lo spazio concesso. Tuttavia avviene che sotto l’articolo pubblicato da Mentana si trova un insieme di insulti, di minacce e di commenti gravidi di odio che danno da pensare.

Centinaia di insulti che minacciavano anche la famiglia del sottoscritto, che minacciavano aggressioni, talvolta auguravano anche la morte o il campo di concentramento. Alcuni sono stati rimossi da Facebook immagino, ma comunque la cosa grave è che sono comparsi questi insulti da persone che si professano in larga parte antifasciste. Se fossimo negli anni ’30 probabilmente li troveremmo con la camicia nera indosso, perché il metodo è esattamente quello.

Il dialogo è uno spazio aperto tra posizioni divergenti e io rivendico il sacrosanto diritto di criticare in termini pacati e socratici il movimento delle sardine come ho fatto nei miei interventi”.

Lo sfogo di Diego Fusaro ► “Io minacciato di morte perché critico le sardine. Gli antifascisti sono i nuovi fascisti”


ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE:

1 COMMENTO