Ma contro il Milan serve un’altra Lazio

Bisognerà recuperare soprattutto i giocatori che non stanno al meglio...

La Lazio è stata eliminata dal Siviglia, ma deve soprattutto rimpiangere gli errori della partita di andata, quando gli spagnoli hanno dimostrato una superiorità non confermata nella gara di ritorno. Sì, perché questa volta Lazio ha giocato una partita di buoni contenuti, sfiorando per almeno tre volte il gol. Sull’esito della partita ha pesato anche un mancato rigore per i biancocelesti che avrebbe probabilmente indirizzato la partita su ben altri binari.

Ora però non è il momento dei rimpianti o dei rimorsi, la stagione della Lazio da adesso in poi dovrà concentrarsi nella rincorsa al quarto posto e soprattutto sulla semifinale di Coppa Italia contro il Milan. Già, la partita contro i rossoneri diventa adesso un bivio decisivo, perché eliminare Gattuso vorrebbe dire presentarsi alla finale dell’Olimpico contro Atalanta o Fiorentina. Insomma, una sfida non proibitiva con il vantaggio di giocare in casa. Ci sono sei giorni per vedere la Lazio migliore e lavorare sul recupero, anche atletico, di alcuni giocatori fondamentali come Immobile.

Alessandro Vocalelli

1 COMMENTO

  1. ricorderà l’assunto di kolarov sui tifosi che in genere nn sanno di calcio? bene, io aggiungerei anche certi critici che oggi scoprono l’acqua calda su inzaghi. questi è assurdamente mono tematico circa la tattica da applicare contro gli avversari. si difende a tre , pur avendo una difesa abbastanza…..carneade o imbarazzante. saltano le coperture e ,ignorando al contempo il gioco avversario x favorire solo il suo, l’altr’anno ha fallito tutti gli obiettivi. questo nn è stato evidenziato dalla critica e da tifosi che hanno glissato sulle defaillances del nostro. al presente, la figuraccia cipriota, dopo quella col salisburgo dell’anno calcistico passato, e x rafforzare la tesi della sua nullità tattica, il gol emblematico preso dal siviglia a roma ed altri subiti sempre dalle ripartenze degli avversari. troppo sopravvalutato il trainer agli inizi e forse troppo criticato ora? forse una via di mezzo, ma se poi uno allena una squadra mediamente scarsa con pedatori alquanto sopravvalutati, fa di necessità virtù, nn dimenticando le tattiche di copertura che ci hanno fatto vincere peraltro due mondiali. l’estrosità della…..ferrari di claudiana memoria e fare le nozze con i fichi secchi , nn sono il massimo della vita . chi ci rimette è solo il tifoso deluso, offeso e avvilito. morale? sciopero del tifo come due anni fa contro lotito,inzaghi e tutto il cucuzzaro. è la sola arma che ci resta x invogliare il presidente a lasciare , o a cambiare lo zero assoluto del mercato.