Il Milan getta il cuore oltre l’ostacolo ed espugna il Castellani. Empoli è un campo ostico e questo si sapeva. I rossoneri vincono 3-1 con le firme di Rebic, Ballo-Touré e Leao. Il risultato però non rende giustizia alla lodevole prova dei toscani.

Il punteggio resta in perfetto equilibrio fino al minuto 79 della seconda frazione. Sontuosa la prestazione del portiere locale Vicario autore di parete da standing ovation ad esempio su Tonali. Giocano bene anche i rossoneri. Nella ripresa mister Pioli indovina le sostituzioni con gli ingressi di Diaz, Rebic e Dest al posto di De Katelaere, Giroud e Kjaer. Il Diavolo passa in vantaggio proprio grazie al croato che insacca su assist di Leao sugli sviluppi di un fallo laterale. Protesta apertamente Zanetti per il punto di battuta della rimessa e viene ammonito.

Incredibilmente il match si riaccende al 92′ con la rete del pareggio di Bajrami che su punizione sorprende Tatarusanu. Il Milan non molla di un centimetro e raddoppia in un batter d’occhio. Il timbro è del terzino Ballo-Touré su sponda di Krunic. Finita? Assolutamente no. Gli ospiti calano pure il tris ormai allo scadere con il gol del portoghese Leao che trafigge Vicario con un pallonetto al culmine di un rapido contropiede. Gioco, partita, incontro per Tomori e compagni.