Così come accade che il potere economico e la ricchezza si stiano concentrando nelle mani di pochissimi (presto meno del 2% della popolazione), allo stesso modo accadrà per il potere politico. Questa la proiezione inquietante che deriva dall’analisi del Prof. Emiliano Brancaccio. La democrazia e i diritti civili, sulla base di questa prospettiva, sono dunque sotto minaccia.

Brancaccio lo scrive nel suo libro dal titolo “Non sarà un pranzo di gala: crisi, catastrofe, rivoluzione” e ne discute in un meeting dal titolo “Orizzonti: prospettive e scenari per il futuro” tenuto dall’Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria, ma non è l’unico a sostenerlo. Uno dei vertici dell’istituzione economica mondiale, Olivier Blanchard, l’ha infatti definita “la minaccia di una catastrofe”.

“Il punto più preoccupante – spiega nel suo intervento Brancaccio – è che il processo di concentrazione del potere economico dovrà avere un rispecchiamento in un processo di concentrazione del potere politico. È abbastanza ragionevole ritenere che questo processo rappresenti una minaccia per le istituzioni liberal democratiche del nostro tempo”.

In questo video, un estratto di quell’incontro avvenuto online insieme al Prof. Salvatore Biasco e moderato da Giorgio Laguzzi dell’Università del Piemonte Orientale.

LINK all’intervento completo → https://www.facebook.com/isralessandria/videos/2811742162408901