A che serve opporre resistenza se il tuo avversario fa tutto da solo? Verrebbe da chiedersi questo osservando in sequenza, uno dopo l’altro, due tweet scritti dal virologo Roberto Burioni nell’arco di un mese. Il primo datato 13 marzo riporta con tono impassibile la buona riuscita del vaccino Astrazeneca: “Vaccinatevi […] è sicuro ed efficace”. Ma appena un mese dopo è lo stesso professore del San Raffaele di Milano a cambiare drasticamente rotta: “Purtroppo il vaccino AstraZeneca sembra non essere efficace nell’ostacolare l’infezione”.

Tutto lecito, diciamolo: solo gli stolti non cambiano idea. Ma se in gioco c’è la pelle delle persone che già si sono sottoposte all’elaborato della casa farmaceutica anglo-svedese, qualcosa da dire in più ci sarebbe. Proprio per questo Fabio Duranti, insieme a Enrico Michetti e Francesco Vergovich, ha mostrato in diretta i due post di Roberto Burioni e ha commentato l’accaduto.

Ecco l’intervento di Fabio Duranti a Un Giorno Speciale.

“Io credo che una persona sana di mente non possa considerare serie queste cose. Vediamo i tweet di ‘Bubù’. 13 marzo 2021: ‘Vaccinatevi con AstraZeneca che è sicuro ed efficace. 17 aprile 2021, un mese dopo: ‘Purtroppo il vaccino AstraZeneca sembra non essere efficace nell’ostacolare l’infezione’.

Io non ci credevo neanche. Io al secondo tweet non ci credevo, pensavo fosse un montaggio. Non può essere una stronz*** del genere. Sono andato su Twitter e l’ho trovato. E’ proprio il suo. Lo ha scritto proprio lui, è vero, non è un fake, lo ha scritto lui.

Ma in un momento dove c’è gente che sta morendo di fame, piange in piazza e si dispera, non riesce da mangiare ai figli. Noi qui stiamo parlando che paghiamo le persone a raccontarci le cazz*** sulla rete pubblica. Parliamo di soldi che vengono dati a persone che già guadagnano: ma che mondo è?

Esiste un motivo se queste persone occupano le televisioni pubbliche e private dalla mattina alla sera? Pure se ne sparano una al giorno peggio dell’altra? C’è un motivo? C’è un progetto allora. Qui non siamo complottisti, ma non siamo neanche scemi. Il trucco è proprio confondere. Gli ingegneri sociali hanno studiato il comportamento umano e hanno capito come fare per incartare le persone deboli. E gli italiani si stanno mostrando molto deboli.

Io questa persone faccio fatica a chiamarla anche per nome e cognome. Ma por** pu***na la gente si è fatta le punture, si è inoculata qualcosa di estraneo! Tu hai detto di farlo e poi dici di non farlo. Scrivi tweet dove dici di vaccinarsi a raffica e poi dici che non è efficace!”.