Toro scaccia Toro. Lautaro Martinez incorna i granata nei minuti finali e regala a Conte il momentaneo +9 nei confronti dei cugini milanesi. L’attaccante argentino sigla la vittoria nerazzurra (1-2 il finale a Torino) con un colpo di testa fatale per Sirigu, che nulla può contro il gesto atletico del Toro.

Eppure il Torino era riuscito a ingabbiare l’Inter per buona parte della partita. Il terzetto difensivo dei padroni di casa Lyanco, Bremer, Izzo aveva retto l’urto della Lu-La, seconda coppia d’attacco più prolifica in Europa. La squadra allenata da Nicola non si è scomposta neanche dopo il primo vantaggio interista firmato su rigore da Lukaku, assente in campo fino al momento di presentarsi sul dischetto e spiazzare Sirigu.

Il pareggio di Sanabria, secondo goal consecutivo per un giocatore dal potenziale del tutto inespresso, ha fatto correre ai ripari Conte. Dentro Sanchez, insieme a Lautaro e Lukaku con alle spalle Eriksen, per riprendere in mano il match e mettere ancora più distanza tra sé e le avversarie. Alla fine sarà proprio il cileno subentrato a fornire l’assist al Toro, che regala a Conte l’ottava vittoria consecutiva in campionato e soprattutto tre punti preziosissimi. Ora tocca alla Juve prima e al Milan poi rispondere e cercare di tenere viva una Serie A che si tinteggia di nerazzurro.