La bugia neoliberista dell’Italia fanalino di coda dell’Europa, dell’inflazione a due cifre, di un Paese che rischiava la fine dell’Argentina deve finire. Si tratta di leggende mirate a descrivere l’Italia come un Paese brutto, povero e cattivo. L’Italia invece era una potenza tra le prime nel mondo.

I giovani devono sapere che negli anni ’70 l’Italia aveva un rapporto tra risparmio e debito di circa il 25%, quindi – usando le cifre di oggi – una famiglia che guadagnava 2.000€ ne riusciva a risparmiare 500€. Oggi è di poco superiore al 2%, cioè, sulla stessa cifra, un risparmio di neanche 40€.

Dobbiamo raccontare che l’Italia era la 5° potenza mondiale, dobbiamo raccontare cosa è stato il miracolo economico, dobbiamo raccontare un modello di sviluppo basato su piccole imprese e piccole banche.

Per capire questo concetto basta una semplice domanda: un ragazzo aveva più possibilità di trovare un lavoro prima o adesso?

L’Italia era la 5° potenza industriale del mondo

Malvezzi Quotidiani, l’appuntamento con l’economista Valerio Malvezzi per comprendere efficacemente i meccanismi dell’Economia Umanistica.


LEGGI ANCHE: