Inzaghi verso la panchina della Juventus.

Indiscrezione esclusiva del direttore di Radio Radio Ilario Di Giovambattista:

“Ho due indizi importanti che mi fanno essere convinto di questa informazione. Mi sento di dire che la Juventus ha scelto Simone Inzaghi come prossimo allenatore. Magari qualcuno si sarebbe aspettato un nome più altisonante, ma questo sarebbe il profilo scelto dallo Juve per ricominciare un progetto”.

Sono intervenuti per discute la fattibilità della notizia anche le altre Teste di Calcio durante la puntata di Radio Radio Lo Sport.

Ivan Zazzaroni
“Lotito sarebbe addolorato dell’addio di Inzaghi ma credo ci siano le condizioni per lasciarlo andare. Lotito è imprevedibile, non so se si inventerà qualcosa per trattenerlo, ma Simone ad una chiamata della Juventus – credo abbiano avuto contatti ieri sera – risponderebbe “vado”. Anche se Lotito ha ripetuto più volte che farà una grande Lazio, sono convinto che Paratici voglia vincere questa sua battaglia per portare Inzaghi sulla panchina della Juventus. E’ una scelta per iniziare un nuovo percorso con un allenatore giovane e di grandi prospettive”.

Franco Melli
“Ritengo che sia più avanti Inzaghi con la Juve che Gasperini con la Roma. Non dico che sia certo ma probabilissimo”.

Paolo Cericola
“Posso confermare che Paratici ha uno straordinario rapporto con Simone e che la Juventus lo voleva già 2-3 anni fa e poi lasciarono perdere. Nedved e Inzaghi hanno giocato insieme, hanno vinto uno scudetto insieme, si sentono, quindi il rapporto e la stima sono massimi. Confermo che Inzaghi non è intenzionato a rinnovare il contratto con la Lazio – mi risulta che già ci siano stati incontri. Lotito probabilmente ha avuto qualche indicazione sotto questo punto di vista perché se parla di tradimento vuol dire che qualcosa gli è arrivato… I primi attacchi potrebbero già essere partiti a febbraio…”.

Xavier Jacobelli
“Inzaghi è uno dei candidati a sostituire Allegri, credo che il rebus non sarà risolto fino al 27 maggio. Ci sono anche altri possibili nomi e ci sono ancora partite da giocare che vedono coinvolti molti allenatori. Solo il tempo scioglierà le riserve”.

Stefano Agresti
“Inzaghi è una possibilità concreta come prossimo allenatore della Juve perchè al momento per i bianconeri non sembra essere facile arrivare ad un grande allenatore straniero. Si è parlato di Guardiola ma si è autoescluso, l’ipotesi Pochettino è molto complicata per l’ingaggio e l’indennizzo chiesto dal Tottenham. Per cui la pista italiana è quella più percorribile e Simone è un candidato molto forte, anche gli atteggiamenti e i comportamenti sembrano adatti alla panchina bianconera”.

1 COMMENTO

  1. diciamola tutta, ma la vittoria in coppa consente a lotito di nn rinnovare la squadra. questo more solito,x dirla in latinorum lotitiani. la juve prende inzaghi??? mah, ognuno è padrone del suo destino, però in considerazione dei tanti fallimenti in serie dovuti a simone dall’anno scorso ad oggi, i bianconeri rischiano grosso. se lo scoop fosse vero, la lazio avrebbe il problema di un altro allenatore nn di nome ma che sia assai capace. chissà se la cosa dovesse rivelarsi un affare x i biancocelesti? circa il successo in coppa, sportivamente l’arbitro ha influito sul risultato. chi scrive è un vecchio tifoso laziale critico ma obiettivo. nn è detto comunque che la gara poteva avere qualsiasi altro risvolto, anche con le esatte valutazioni arbitrali che potevano determinarla.