E’ caccia all’assembramento, caccia ai no-mask, caccia ai no-vax e ai negazionisti. L’impegno a stanare le responsabilità sembra invece essere una caccia un po’ meno zelante: le foto sui social di questa domenica prefestiva gremita a Via del Corso nella Capitale hanno scatenato gli indignati: “State a casa!” urlano tra insulti e battiti furiosi di tastiera. Una rabbia che in minima parte dovrebbe essere risolta anche a chi non solo permette l’uscita, ma riduce gli orari in cui poter circolare.
Questa la presa di posizione chiara e netta della giornalista Maria Giovanna Maglie, che non esita a definire incapaci i membri dell’esecutivo, e orribili i proclami alla “Boccia”.
Dovremmo sentire ogni giorno dentro di noi il lutto nazionale“, ha detto il ministro commentando l’atteggiamento degli irresponsabili italiani. Parole di un membro della “squadra peggiore possibile” per l’Italia, secondo la giornalista.
Ecco l’Intervista a Maria Giovanna Maglie durante ‘Lavori in Corso’.

Sono incapaci di tutto. Sono incapaci di governare, sono stati incapaci di gestire la pandemia, di rimediare con un piano anti-pandemico, di prendere delle decisioni che non fossero solo di chiusura e poi non far nulla durante la chiusura se non i loro esercizi masturbatori di acquisti di banchi a rotelle e di monopattini. La verità è che abbiamo capito che non sanno cosa fare, non sanno come farlo, che non sono d’accordo tra di loro su nulla, che c’è una corrente talebana che ritiene di dover sfruttare la colpevolizzazione degli italiani e un’altra che si barcamena.

Poi c’è la Merkel che chiude. Peccato che chiuda avendo assicurato a tutti il 75% dei rimborsi che possono arrivare fino al 90% di quello che non si potrà incassare in queste festività. Ecco, se fai così, se sei stato capace di provvedere a un’economia di sostegno, puoi anche chiudere, pur essendo secondo me comunque abbastanza irragionevole, sennò non sei autorizzato, perché hai riversato per quasi un anno sugli italiani l’intera responsabilità e nel frattempo non ti sei minimamente saputo organizzare.

Questo Governo lo detesto. Ritengo che sia la squadra peggiore possibile, salvo poi scavare il fondo. Il mio è un giudizio basato sui fatti: quest’anno gli italiani sono stati chiusi, hanno preso quella miseria di rimborso, nel frattempo si son resi conto che l’economia andava a remengo, hanno cominciato a sanificare, ad attrezzare, a mettere plexiglass, poi è arrivata l’estate durante la quale il Governo non ha fatto nulla di ciò che doveva essere fatto. Arriva la seconda ondata e la colpa sarebbe della movida e dell’estate.

Ora la colpa è di questo pomeriggio di domenica prefestiva in cui le persone escono, in cui non c’è alcun tipo di divieti e bisogna anche sbrigarsi perché a un certo punto chiude tutto, e tutti stanno con questa maschera terribile. Tutti. Se guardate le foto non c’è uno senza mascherina: che cosa vogliono allora? Come si permettono?
Come osano i Boccia della situazione dire quello che ha detto? E parliamo di quello che teneva la mascherina ciondoloni ridendo.

Quello che mi chiedo è: dove sono le associazioni di categoria?
Se questo Governo si sta preparando a uccidere la rete economica italiana, perché i rappresentanti di categoria non si fanno molto rumorosamente sentire in modo da fare una manovra massiccia di spinta?