Luciano Nobili, deputato di Italia Viva, interviene in merito alle voci di rottura che avvolgono il Governo Conte II, la frattura più rumorosa si sta consumando proprio in questi giorni sul tema della prescrizione con Italia Viva che continua ad opporsi a colpi di emendamenti e dichiarazioni al vetriolo.

Renzi, durante una diretta Facebook sulla sua pagina ha pungolato il premier Conte “lui sa come si cambia maggioranza”, immediata la replica “la loro è un’opposizione maleducata.”

L’attuale maggioranza riuscirà a tenersi in piedi nonostante le scosse di questi giorni? Gli italiani saranno chiamati al voto prima del previsto? Possibile un passo indietro da parte di Bonafede sulla prescrizione?

Ascolta l’intervista a Nobili durante ‘Lavori in Corso’.

“Se vi dicessi che non c’è tensione vi mentirei, è ovvio che sono giorni un po’ tesi di cui nella maggioranza si discute e noi abbiamo posto dei temi che sono importanti e che crediamo siano un contributo utile e non sono pretesti, sono cose che riguardano gli italiani e che ci stanno a cuore.

Questo governo ha fatto sostanzialmente il suo dovere per il 2019, in questi mesi noi abbiamo votato cose che non ci convincono per niente: tra cui il taglio dei parlamentari fatto in quel modo, non ci convincono due misure che non fanno bene all’economia tra cui quota 100 e reddito di cittadinanza.

Noi diciamo con chiarezza che non vogliamo che si vada al voto, c’è una maggioranza in Parlamento.

Tensioni dentro Italia Viva? In altre esperienze politiche si passava il 70% del tempo in congressi quotidiani, in Italia Viva il clima è quello di una nave corsara e pionieristica. Abbiamo tante richieste di venire con noi in Parlamento e fuori dal Parlamento.

Sondaggi bassi? Se volevamo stare tranquilli restavamo dove stavamo, a Maggio ci presentiamo con il nostro simbolo in Toscana.

Noi non vogliamo far cadere il governo, vogliamo che il governo rispetti le nostre priorità.”


ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

LEGGI ANCHE: