Vissani: “Consiglio di togliere il sale del 50% per condire i cibi”

vissani

Il celebre chef e conduttore televisivo è intervenuto a Radio Radio insieme a Marc Méssegue per parlare delle sue nuove abitudini, alimentari e non.

E’ passata qualche settimana dalle sue dichiarazioni, rilasciate in esclusiva ai microfoni di Radio Radio, sul suo attuale rapporto con le donne, ma Gianfranco Vissani, noto chef stellato e personaggio televisivo, è tornato questa mattina sull’argomento, durante la diretta di “Un giorno speciale” con Francesco Vergovich.

Confermo tutto: dal mio punto di vista, bisogna di tornare, forse, ai valori. Noi stiamo perdendo tutto: con questa gioventù, con questo cambiamento radicale del mondo, non capiamo dove stiamo andando” ha spiegato lo chef, in collegamento telefonico da Gubbio, dove si trova al centro di fisioterapia e di terapie dietetiche di Marc Méssegué, aggiungendo che “mi sveglio presto, mi fanno le analisi….E tutto quello che occorre per stare meglio. Abbiamo il conforto della direttrice, che è una persona di mondo e quest’albergo ce l’ha da 30 anni.

Passando poi dal ricordo di Federico Umberto D’Amato (“il mio mentore“, come ha sottolineato Vissani) all’intervento telefonico di Marc Méssegué, interpellato da Vergovich sul comportamento sbagliato che noi adottiamo a tavola (“…se andate da Vissani, non si mangerà molto salato, perché è un prodotto di qualità e non ha bisogno di coprire il sapore con il sale. Noi consumiamo dai 10 ai 15 grammi di sale al giorno“), Gianfranco Vissani, facendo eco all’amico Méssegué sull’eccessiva sapidità dei cibi (ora eliminata dallo chef stellato nella propria dieta alimentare), conferma di aver consigliato alle persone di “togliere il sale del 50%” per condire gli alimenti.