Una Juve cinica prevale sul Milan grazie al gol del solito Ronaldo: ecco i voti della finale di Supercoppa.

JUVENTUS

Szczesny: 6

Esce male nel primo tempo su calcio d’angolo, reattivo su Calhanoglu, nulla da fare sulla traversa di Cutrone

Cancelo: 6,5

prima frazione strepitosa per corsa, grinta, qualità e inserimenti. Qualche problema in fase difensiva ma lo sapevamo

Bonucci: 6

ordinato, fa il suo senza sbavature e prova qualche lancio lungo senza essere decisivo

Chiellini: 6,5

sempre attento nelle chiusure, ministro in difesa: ancora una volta personalità da vendere

Alex Sandro: 6

meno propositivo di altre volte, è timido allo scadere e ha qualche problema là dietro

Bentancur: 6

ordinato anche lui, perde pochi palloni come Pjanic, non ha grandi spunti ma mantiene la posizione

Pjanic: 6+

esce dopo l’assist per Ronaldo. 64 minuti anonimi, anche un pò nervoso ma decisivo sul vantaggio

Matuidi: 6,5

primo tempo recupera palloni, pericoloso in fase offensiva e punto di riferimento del centrocampo collaborando anche in attacco

Douglas Costa: 6,5

vivace nel primo tempo: dribbla, crossa e calcia in porta sfiorando il gol poi esce stremato

Dybala: 6

meglio nella seconda parte in cui è più incisivo nel puntare l’uomo. Comincia a sinistra poi si muove negli spazi lasciati da Ronaldo

Ronaldo: 7

un gol (decisivo), chiede continuamente palla ai compagni nlel primo tempo risultando fatale nel secondo come al solito

Emre Can: 6

entra bene coprendo lì in mezzo, poi rischia si concedere a Conti un rigore che ci poteva stare

Khedira: S.V.

Bernardeschi: S.V.

Allegri: 7

altra vittoria, altro trofeo di un allenatore che ormai meriterebbe qualcosa in più anche in Europa.

MILAN

Donnarumma: 5

insicuro sul gol (voleva bloccarla) in cui poteva uscire su Ronaldo. La Juve non gli porta bene ma deve crescere ancora

Calabria: 6

partita senza infamia e senza lode, si limita al suo compitino

Zapata: 5,5

ha sofferto poco l’attacco bianconero ma sul gol è responsabile quanto gli altri

Romagnoli: 6

era stato il migliore della sua difesa, attento nelle marcature in anticipo poi si perde come gli altri sul gol

Rodriguez: 5

impreciso nel primo tempo su Ronaldo e in difficoltà; sul gol ritarda l’uscita

Kessie: 5

corre ma fa confusione non trovando mai la posizione giusta, sciocchezza su Emre Can che gli costa l’espulsione

Bakayoko: 5,5

lì in mezzo fa poca interdizione, si fa bucare sui passaggi centrali. Biglia manca e tanto perché tatticamente non sono pari

Calhanoglu: 6,5

il più propositivo dei suoi

Paquetà: 6

integrato nell’undici del Milan fa vedere qualità e piedi vellutati con qualche buon passaggio in zona gol. Sacrificio anche in zona difensiva

Castillejo: 5,5

si sacrifica nel primo tempo in aiuto dei compagni ma fa poco in fase offensiva: né un cross né un dribbling

Cutrone: 6,5

gioca spesso spalle alla porta, fa salire la squadra, corre e conquista palloni. Calcia centrando la traversa ed esce solo per esigenza tattica

Higuain: S.V.

Borini: S.V.

Conti: S.V.

Gattuso: 6

prepara bene la partita: squadra corta e ripartenze. Non può fare di più con ciò di cui dispone.

Nando Orsi