Poker Atalanta, l’Inter affonda

Prova di carattere dell’Atalanta che allo stadio Atleti Azzurri d’Italia travolge 4-1 l’Inter conquistando la quarta vittoria consecutiva in campionato. L’11 di Gasperini domina la partita passando in vantaggio al 9′ con Hateboer. In apertura di ripresa, 47′, il pari di Icardi su rigore, al 63′ il nuovo vantaggio dei bergamaschi con Mancini, all’88’ rete del difensore atalantino Djimsiti. Alla festa nerazzurra non può mancare il ‘Papu’ Gomez che al 94′ fissa il risultato sul 4-1 con un esterno a giro dal limite dell’area. In classifica l’11 di Gasperini sale a 18 punti, ferma a 25 l’Inter che dopo 7 vittorie consecutive in campionato è costretta a capitolare.

Febal Casa Valmontone 696×182
Occhiali in Cantiere – 696×182
AdmiralYes 696×182

Al 3′ minuto prima occasione per i padroni di casa, su azione manovrata Zapata arriva in posizione leggermente defilata al limite dell’area e tenta un tiro sul secondo palo con Handanovic che in tuffo salva. L’Atalanta continua a premere sull’acceleratore e al 9′ trova il vantaggio: Gosens sulla sinistra trova lo spazio giusto per il cross dal fondo, sul secondo palo in scivolata Hateboer insacca. Un minuto dopo altro brivido per la retroguardia interista, su un cross basso e teso di Gomez interviene D’Ambrosio che sul terreno scivoloso a causa della pioggia rischia l’autorete colpendo il palo.

Balla la difesa ospite, poco dopo Zapata crossa dall’area piccola per Ilicic ma Handanovic chiude lo specchio della porta. Insiste Ilicic al 15′, il giocatore atalantino si gira dal limite ma non trova la porta. Gara a senso unico: Ilicic serve Hateboer, la conclusione viene murata dalla difesa. E’ ancora Zapata a innescare al 20′ Ilicic ma lo sloveno svirgola il tocco vincente a due passi dalla porta.

Alla mezz’ora ancora un acuto dell’Atalanta: Gosens tenta la conclusione al volo con Handanovic che blocca in presa bassa. Sull’altro fronte cross dalla trequarti di D’Ambrosio per Perisic, il colpo di testa termina alto. Al 36′ errore a centrocampo di Icardi che innesca il contropiede dei padroni di casa, Duvan Zapata penetra in area concludendo con un tiro sull’esterno della rete.

Al 40′ tiro al volo di Brozovic, palla sopra la traversa. Miracolo di Miranda che in scivolata salva una conclusione insidiosa di Zapata. Allo scadere ancora Handanovic tiene a galla l’Inter su Ilicic che conclude a due passi dalla porta. Il n.1 nerazzurro si ripete poco dopo con una parata miracolosa su Toloi.

Dopo il deludente primo tempo Spalletti effettua un cambio: dentro Borja Valero per Vecino. Errore del portiere atalantino in apertura e palla a Politano che trova un tocco di mano di Mancini, per l’arbitro Maresca è rigore. Dagli 11 metri si presenta Icardi che con un tiro potente rasoterra insacca nell’angolino alla sinistra di Berisha.

Al 63′ Mancini dopo l’autogol si riscatta ed è autore del 2-1 dell’Atalanta, il difensore di testa insacca su una punizione tesa nel cuore dell’area di Ilicic, per lui si tratta della terza rete in stagione. Cambio per i bergamaschi, entra Pasalic per Zapata.

Col terreno di gioco appesantito dalla pioggia l’Inter prova l’affondo finale a caccia del pari. Su corner, colpo di testa di Gagliardini e palla sopra la traversa all’82’. Tre minuti dopo tocco di Icardi sotto porta, l’arbitro ferma tutto ravvisando un fallo dell’argentino.

All’88’ l’Atalanta chiude la gara, su un ennesimo cross scaturito da una punizione pennellata da Ilicic svetta di testa Djimsiti per il 3-1. L’Inter resta in 10 uomini per l’espulsione di Brozovic. Nel recupero c’è gloria anche per il ‘Papu’ Gomez che con un esterno destro da fuori area sorprende Handanovic per il definitivo 4-1.