Zeman si dimette: «Non posso salvare il Cagliari»

ZEMAN

Dimissioni irrevocabili. Zdenek Zeman lascia la panchina del Cagliari. E non avrebbe potuto far altro, vista la prestazione fornita dai suoi giocatori nell’ultimo impegno di campionato contro il Napoli. È stata una sconfitta morale più che sportiva, la squadra ha fatto per novanta minuti il contrario rispetto al credo zemaniano.

Il boemo se ne va a testa alta, con grande dignità, cercando di dare un’ultima scossa all’ambiente. «Ho dato le dimissioni perché non mi sento utile alla squadra». Lui, maestro senza discepoli, è ancora l’unico a credere nella salvezza del Cagliari. E lo ribadisce a chiare lettere anche quando scorrono i titoli di coda sulla sua esperienza isolana. «Il problema non è vincere o perdere, ma giocare a calcio. E visto che la squadra non c’è riuscita, le do la possibilità di riuscirci in altro modo. Sono sempre convinto che questa è una buona squadra e ce la può fare. Ma non con me, viste le ultime prestazioni. Gli ultrà? Non centrano niente con la mia decisione. Mi dispiace di aver deluso tanta gente, ho cercato di fare il meglio: si vede che non è bastato».

Zeman potrebbe trovare mille alibi al naufragio. Non lo fa. «È sbagliato dire che il Cagliari è una squadra scarsa, se fosse così non avremmo vinto a Milano e con l’Empoli. Le prestazioni ci sono state, qualche formazione forse l’ho sbagliata, ma sempre volendo fare il meglio possibile. Per lungo tempo sono stato l’unico a crederci. Sono tornato convinto di poter far bene. Poi le prestazioni non sono state all’altezza». I giocatori non c’hanno mai creduto fino in fondo; i veterani all’opposizione, primi osteggiatori delle idee e della filosofia zemaniana, la società ha fatto il resto destituendolo prima della vigilia di Natale per poi richiamarlo dopo l’esperienza di Zola. Ora è Zeman che se ne va. «Ho dato tutto – avrebbe confidato ad amici – dimettendomi faccio la mia parte. Ora è giusto che ognuno si prenda le proprie responsabilità». Le prime ricadranno su Gianluca Festa e David Suazo, chiamati a guidare il Cagliari fino al termine della stagione.

IL TEMPO