Serie A, il Napoli vince a Torino: Champions a un passo

HIGUAIN_GONZALO

TORINO – Ora la Champions League diretta è davvero ad un passo. Il Napolivince 2-1 a Torino e si riprende il secondo posto, temporaneamente occupato dalla Roma. 79 punti il Napoli, 77 i giallorossi: una sola partita rimasta da giocare, contro il Frosinone già retrocesso (la Roma se la vedrà con il Milan in trasferta). A Torino la squadra di Sarri ha messo subito in chiaro le cose con Higuain e Callejon. Per l’argentino è arrivato il gol numero 33 in campionato: aggancia Angelillo al secondo posto della classifica dei cannonieri che hanno segnato di più in una stagione. Per il resto, una gara dominata fino al gol di Bruno Peres nella ripresa, che ha galvanizzato i suoi e creato un po’ d’ansia al Napoli, che però si è risistemato in campo e non ha concesso più nulla agli avversari.

CHE PIPITA! – Il Napoli parte subito forte: pressing alto e verticalizzazioni frequenti per cercare di superare il muro di giocatori granata. Al Toro viene annullato (giustamente) per fuorigioco un gol di Belotti. Un minuto dopo, al 12′, gli azzurri trovano un’autostrada davanti, con Hamsik che mette Higuain davanti al portiere: l’argentino non sbaglia. Non c’è partita. Passano meno di dieci minuti e gli azzurri raddoppiano. Hamsik arriva sul fondo e mette al centro per Callejon che, tutto solo, con un tocco semplice semplice supera il portiere Padelli. La squadra di Sarri domina la partita. Al 23′ Higuain prende un palo con un tiro da fuori. Il Toro è in grossa difficoltà e non riesce mai a portare pericoli alla porta difesa da Reina.

BRUNO PERES SEGNA, IL NAPOLI TIENE – Nel secondo tempo il Napoli abbassa i ritmi e prova a gestire la partita. Il Toro tenta di alzare un po’ il baricentro, ma gli azzurri sono messi bene in campo e lasciano pochi spazi ai granata. Almeno fino al 74′, quando la difesa si lascia scappare alle spalle Bruno Peres, servito bene da Vives: il brasiliano colpisce male il pallone al volo, ma esce fuori un pallonetto che beffa Reina. Sarri cambia: fuori Insigne, dentro Mertens. Nel Toro entra Immobile. La squadra di Ventura ritrova coraggio. Nel Napoli escono Hamsik e Callejon, in campo David Lopez ed El Kaddouri per ridare aggiungere un po’ di freschezza ad una squadra un po’ stanca. I granata provano il tutto per tutto, ma gli azzurri non concedono più nulla. Nel finale espulso Vives per doppia ammonizione.

CORRIEREDELLOSPORT.IT