Roma travolta 4-1 a Catania, Juve campione d’Italia. Milan-Inter 1-0

JUVE CAMPIONE

Senza neppure giocare, la Juventus si laurea campione d’Italia per la 30esima volta nella sua storia, la terza consecutiva. La squadra di Antonio Conte, che giochera’ domani sera davanti al proprio pubblico contro l’Atalanta, ha approfittato della sconfitta della Roma a Catania (4-1), sebbene bastava anche un pari della squadra capitolina per decretare il tricolore ai bianconeri, con tre turni d’anticipo. Con questa vittoria, la squadra etnea rimane ancora in lotta per la permanenza nella massima serie, anche se ha subito lo sciopero del tifo.

CATANIA-ROMA: giallorossi svogliati, si salva solo Totti

Una doppietta di Izco e le reti di Bergessio e Barrientos (sul 2-0 la rete di Totti per la Roma) hanno regalato i tre punti alla squadra di Pellegrino che puo’ continuare a sperare. E sempre in chiave salvezza, sembrano invece spegnersi definitivamente i sogni del Livorno sonoramente sconfitto a Udine. Labronici in vantaggio con Paulinho, friulani impattano con Di Natale (dopo che si era fatto parare un rigore da Anania), si portano in vantaggio con Badu, subiscono il pari ancora di Paulinho e poi in sequenza nei primi 45′ segnano con Pereyra, Gabriel Silva e ancora Di Natale andando all’intervallo sul 5-2. Nel finale, la rete di Mesbah fissa il finale sul 5-3.

JUVE CAPIONE D’ITALIA: terzo scudetto consecutivo

Finisce senza reti Genoa-Bologna, con i felsinei che fanno un piccolissimo passo avanti e oggi sarebbero salvo ma attendono che domani il Sassuolo giochi la sua gara a Firenze. Clamoroso tonfo interno del Chievo (sfortunata autorete di Sardo nella ripresa, poi espulsi Pellissier e il team manager Pacione) contro il Torino, con i granata che nel giorno di Superga festeggiano con un successo e continuano a inseguire il sogno Europa League. Al pari del Parma che malgrado la concorrenza sembra credere ancora alla qualificazione all’Europa League e piega la Sampdoria con un gol dell’ex Antonio Cassano, che per l’occasione non ha esultato, e nel finale di Schelotto. A rendere piu’ avvincente la corsa a un posto in Europa la sconfitta serale dell’Inter nel derby: il Milan vince 1-0 con gol di De Jong e vola a 54 punti come il Parma.

AGI