Roma, parata di vecchie glorie alla serata di Candela. E si rivede la Sud

VOI_SIETE_LEGGENDA
Quindicimila spettatori, quasi tutti in curva Sud, colorata e rumorosa come non succedeva da mesi. La serata “Voi siete leggenda”, organizzata a scopo benefico dall’ex terzino romanista Vincent Candela, ha riportato all’Olimpico i tifosi della curva Sud, quasi completamente gremita. Cori (molti dei quali contro Napoli e soprattutto contro il prefetto Gabrielli), applausi per tutte le vecchie glorie richiamate dal francese per la sfida tra bianchi e rossi, e applausi per i calciatori di oggi che hanno partecipato all’evento. La Roma, come società, non c’è (rappresentata in campo da Tempestilli e Conti, mentre sugli spalti c’è l’ex presidente Rosella Sensi), ma ci sono i calciatori più importanti della squadra: Nainggolan, De Sanctis (pochi applausi per lui), ma soprattutto De Rossi, Florenzi e Francesco Totti. Quasi inutile sottolineare come la sfilata del capitano sotto la curva sia stata un’esplosione d’amore, sottolineata anche dalla presenza in campo dei figli e dei nipoti: visibilmente emozionato, sciarpa giallorossa in mano, Totti è entrato in campo dopo Zeman e prima di Candela, correndo e salutando, sorridendo, andando a raccogliere anche l’abbraccio di tutti i bambini delle scuole calcio presenti sulla pista.
VECCHIE GLORIE — Lunghissimo l’elenco dei calciatori di ieri in campo, accolti da una coreografia di cartoncini gialli e rossi e dallo striscione “Bentornati campioni”: da Pruzzo a Nela e Conti, passando per Aldair, Pelizzoli, Konsel, Graziani, Delvecchio, Tommasi, Annoni, Perrotta, Zeman (col suo amico Venditti), Di Biagio, Chimenti, Boniek, Giannini, Prohaska, Righetti, Rizzitelli, Desideri. “Era giusto tornare oggi allo stadio – ha detto Candela – perché insieme si può vincere”. “In fondo – ha sottolineato Delvecchio – l’obiettivo è lì, a soli quattro punti…”.
GAZZETTA DELLO SPORT