Roma, monsignor Paglia a finto Renzi: Marino si é imbucato

Paglia-Vincenzo

«La Zanzara» fa cadere in errore monsignor Vincenzo Paglia, presidente del pontificio consiglio per la famiglia, e riaccende il confronto tra Vaticano e Campidoglio rispetto al discusso incontro del sindaco di Roma, Ignazio Marino, con il Papa in visita a Philadelphia. La trasmissione radiofonica condotta da Giuseppe Cruciani utilizza usa come escamotage un finto Matteo Renzi che chiama al telefono il monsignore ed alla domanda `Come sono andate le cose?´ e rispondendo ad una serie di interrogativi e battute il prelato aggiunge sempre riferendosi al sindaco di Roma: «Lui ci ha brigato. Ha cercato di sfruttare questa situazione, e questo fa imbestialire il Numero Uno. Certo che si e’ imbucato. Il sindaco e’ una brava persona. Pero’ nessuno lo ha invitato. Io con lui parlai una volta, mesi fa… su questa storia il Papa era furibondo».

Al che, l’imitatore gli chiede se la questione possa creare problemi in vista del Giubileo: «Non c’e’ rischio nei rapporti di fiducia tra Vaticano e Comune?. Il problema e’ proprio quello – risponde l’arcivescovo – Quando era a Philadelphia ha insistito per vederlo e rivederlo, e questo ha fatto scocciare tremendamente il Papa. Deve avere delle cose da farsi perdonare, sta cercando appoggi. Queste cose fanno infuriare il Pontefice, con lui non funzionano. E mettono un bel freno al rapporto». Poi il Renzi fasullo si offre di intervenire: «Se il Santo Padre crede che io debba intervenire, lo faccio». Paglia: «Lui non lo dira’ mai. Pero’ certo ha fatto una figura proprio da bischero. Poi con la fascia da sindaco, unico la’ in prima fila».

Il Sole 24 Ore