PlayStation e il suo Project Morpheus: prende forma il “sogno” della realtà virtuale…

Project Morpheus

Futuro e tecnologia, due linee che viaggiano su binari paralleli nella testa di chi vorrebbe al potere esclusivamente la fantasia. E questo marzo 2014 segna, in un certo senso, l’inizio di una nuova era dell’intrattenimento digitale, o prova comunque a farlo. Durante la GDC (Game Developers Conference) tenutasi a San Francisco in questi primissimi giorni di primavera, Sony ha alzato il sipario sulla sua ultima creatura. Si tratta del cosiddetto “Project Morpheus”, un prototipo di realtà virtuale compatibile con PlayStation 4, l’ammiraglia videogiocosa made in Sony arrivata sul mercato lo scorso Novembre. “Questa nuova tecnologia vi farà provare un’autentica sensazione di “presenza” e vi permetterà di immergervi nel gioco garantendo un coinvolgimento emotivo molto più realistico”, afferma Shuhei Yoshida, Presidente di SCE (Sony Computer Entertainment), mentre mostra con orgoglio al pubblico presente la sua nuova incarnazione del divertimento. Le sue caratteristiche? Un display con una risoluzione a 1080p (in Full HD, per intenderci), audio 3D e presenza di vari sensori sensibili al movimento, come giroscopi ed accelerometri. “E’ il culmine di più di tre anni di lavoro in cui abbiamo perfezionato la nostra visione di Realtà Virtuale”, ha continuato Yoshida durante la presentazione del prototipo. Al momento non è prevista una data precisa per la commercializzazione di Morpheus, ma il suo arrivo nei negozi non dovrebbe essere così lontano.
Per chi si nutre di pane e hi-tech è venuta l’ora di iniziare a sognare…

Lucio Bernesi