Pallone d’Oro 2015 a Messi: sono 5 Mistero per l’assenza di Conte e Buffon tra i votanti

Lionel Messi

Leo Messi ha vinto il Pallone d’Oro per il 2015. Per l’argentino si tratta della quinta volta, avendo già conquistato il premio di miglior calciatore del mondo quattro volte di fila dal 2009 al 2012. L’argentino ha battuto la concorrenza del compagno di squadra Neymar e di Cristiano Ronaldo del Real Madrid, vincitore delle ultime due edizioni. Mistero sull’assenza di Buffon e Conte alla votazione finale: i due non sarebbero presenti nella lista degli «elettori». Secondo alcuni non avrebbe partecipato per protestare contro l’assenza del portiere nella lista finale: un ordine che sarebbe arrivato direttamente dalla Figc. Ma dai diretti interessati, per ora, nessuna conferma.

L’allungo sui rivali
Messi era già il giocatore più premiato della storia del trofeo, ma ne approfitta per allungare su Cristiano Ronaldo, Cruyff, Platini e Van Basten, fermi a tre affermazioni. Il Pallone d’Oro Fifa è alla sesta edizione e riunisce il premio assegnato da «France Football» e il «Fifa World Player». A votare sono 154 giornalisti e ct e i capitani e ct delle 208 nazionali che fanno parte della Fifa.

Delusione Florenzi
Piccola delusione italiana: è di Wendell Lira il gol più bello del 2015. Il brasiliano è stato premiato a Zurigo, nel corso del «Fifa Ballon d’Or Gala», col «Puskas Award» per la splendida rovesciata in Atletico Goianiense-Goianesia dell’11 marzo scorso, nel campionato goiano. Lira ha battuto la concorrenza di Alessandro Florenzi, in corsa grazie al gol da centrocampo al Barcellona che ha fatto impazzire di gioia i tifosi della Roma nella gara di Champions League giocata all’Olimpico lo scorso 16 settembre, e Lionel Messi, candidato per come ha mandato in tilt la difesa dell’Athletic Bilbao in coppa del Re lo scorso 30 maggio.

Luis Enrique miglior allenatore
Il tecnico del Barcellona Luis Enrique ha invece vinto il premio come miglior allenatore del 2015, battendo la concorrenza di Pep Guardiola, tecnico del Bayern Monaco, e di Jorge Sampaoli, ct del Cile vincitore dell’ultima Coppa America.

Corriere della Sera