Napoli all’esame Benfica

Oggi contro il Benfica (ore 20.45) avverrà l’esordio in Champions League al S. Paolo di Sarri che, per l’occasione, a chi gli chiede se preferisce la coppa o il campionato risponde con un dolce eufemismo: «Io mi arrapo anche per un’ amichevole, figuriamoci giocare in Champions contro il Benfica, quarta testa di serie della competizione in cui noi vogliamo fare una bella figura e andare avanti più possibile». Il coach azzurro non poteva essere più chiaro. «Sono proprio curioso di vedere – ha continuato – se anche contro un avversario di questo livello riusciremo a imporre il nostro gioco per lunghi tratti, come facciamo in campionato. I portoghesi hanno grande tecnica e esperienza, certamente avremo fasi del match in cui dovremo correre dietro al loro palleggio». A Sarri piacerebbe, come ovvio, un S. Paolo pieno: «Se i nostri tifosi decideranno di venire a sostenerci sarà benzina per noi, ma è inutile fare appelli Per tornare all’aspetto tecnico, abbiamo ancora margini di miglioramento enormi nella gestione dei momenti delle partite ma sono convinto che cresceremo ulteriormente come mentalità. Inoltre, adesso dobbiamo inserire altri nuovi acquisti: non è semplice perché ci stiamo allenando poco però quando ci riusciremo aumenterà ancora il numero di giocatori di buon livello a mia disposizione».

Sembra deciso il tridente avanzato con Callejon, Milik al centro dell’attacco e Mertens che partirà da sinistra.

IL TEMPO