Montella: ”Attenzione all’orgoglio giallorosso”

MONTELLA_FIO

Montella incontra in questa stagione per la quinta volta la Roma, dopo aver perso e pareggiato in campionato, averla eliminata in Coppa Italia e aver fatto 1-1 all’andata degli ottavi di Europa League. Stavolta si gioca i quarti continentali. Vincenzo, che nella storia giallorossa ha una terrazza con vista, non si fida della crisi di Garcia: «Questa squadra ha risorse tecniche e umane elevate. So che i giocatori possono tirarle fuori, purtroppo per noi… Conosco bene tutto. Anche i tifosi: non mi aspetto vantaggi, non credo fischieranno la Roma». Totti, grande amico di Vincenzo, proverà a caricarsi sulle spalle i giallorossi: «Non ci siamo sentiti, neanche l’altra volta, va bene così…». 

LA FORMAZIONE – Pizarro ha lottato fino all’ultimo per sfidare la sua vecchia squadra, ma non ce l’ha fatta. Il problema muscolare accusato all’andata con la Roma lo ha lasciato a Firenze. A sorpresa, invece, Mario Gomez ha assorbito l’infortunio alla caviglia, danno rimediato a Torino in Coppa Italia contro la Juventus, il 6 marzo scorso. In attacco, però, quasi sicuramente partirà Babacar, in coppia con Salah: «Baba è pronto – spiega Montella – ha recuperato fisicamente. Gomez convocato a sorpresa? Mario ha forzato i tempi e ce l’ha fatta. Si è reso disponibile e sono certo che domani (oggi per chi legge, ndr) potrà darci una mano». E’ una vigilia importante per la Fiorentina, una gara da dentro o fuori in una competizione che per la società è una priorità: «Non vedo particolare tensione nei miei giocatori – ha sorriso Montella – anche perché in questa stagione francamente abbiamo avuto diverse vigilie importanti». Accanto al tecnico viola il centrocampista Borja Valero: «Questo è un bel periodo, ma anche nei due anni precedenti abbiamo attraversato frangenti così. Ho tanta voglia di vincere qualcosa a Firenze, perché in carriera non ho vinto nulla… La mia prima e unica finale l’ho fatta col Napoli qui a Roma in Coppa Italia nella stagione scorsa (3-1 per la squadra di Benitez, ndr). Dovremo stare attenti alla Roma: penso che i giallorossi partiranno molto forte e dovremo essere bravi a resistere nei primi minuti». In tribuna forse anche Diego Della Valle insieme al fratello Andrea.

IL MESSAGGERO